Martedì 07/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Amelia: si fa il nome di Vittorio Sgarbi quale candidato a sindaco, lui non smentisce
A riportare la notizia è il Nuovo Corriere Nazionale. Vittorio Sgarbi potrebbe accettare la proposta di candidarsi alle prossime elezioni amministratiev di Amelia. "Dopo essere stato assessore nei comuni di Urbino e Baldissero d'Alba e sindaco di Salemi (Trapani) - scrive il quotidiano umbro -, Sgarbi potrebbe dunque decidere di correre alla conquista della fascia tricolore di Amelia. 'Sì - conferma il critico d'arte - ho ricevuto la proposta. Ora stiamo riflettendo sul da farsi. Conosco e frequento Amelia da oltre 40 anni", dice il professore. L'ultima visita nella città dalle mura poligonali risale alla metà di dicembre, quando, assieme a Giulio Rapetti (il paroliere Mogol) e Terence Hill, inaugurò l'esposizione a palazzo Pagliaricci de "La ricchezza del mondo', il dipinto realizzato dall'artista amerina Grazia Cucco che, dopo essere stato protagonista a Expo, ha fatto ritorno nella sua terra d'origine. Proprio con la pittrice, Sgarbi intrattiene un rapporto di profonda amicizia e stima da decenni. 'Conosco molto bene anche la famiglia Federici e Riccardo Romagnoli', attuale presidente della società teatrale, tra i più vivaci sostenitori di una sua possibile candidatura. Incassato l'invito, ora il professore sta valutando non solo l'opportunità politica di accettare la sfida. 'Non vorrei creare terremoti né limitarmi ad essere espressione di una parte politica'. C'è, insomma, un "ma". Sgarbi chiede infatti di valutare la possibilità di costituire una lista unica all'interno della quale far convogliare 'persone di buona volontà' che abbiano come unico interesse quello di rimboccarsi le maniche per il bene di Amelia. È a questo che si sta lavorando in queste ore, con l'obiettivo di sciogliere le riserve in tempi piuttosto brevi visto che, nel caso si andasse alle urne la prima domenica di giugno, entro aprile bisognerebbe presentare le liste. Seppure dunque la situazione è al momento più che fluida, Sgarbi ha già in mente qualche nome da inserire in squadra. 'Se io ci sarò - spiega il critico d'arte - con me ci sarà anche Mogol', ossia Giulio Rapetti, la penna che ha scritto i versi dei più importanti pezzi della musica italiana. Ma l'esecutivo Sgarbi potrebbe fare spazio anche a Grazia Cucco, di cui Sgarbi ha in più occasioni elogiato le doti.
La situazione degli altri candidati
Quella che è però la attuale situazione politica ad Amelia sembra andare in direzione opposta a quelli che sono i "desiderata" di Sgarbi. Il Partito Democratico ha infatti confermato la sua fiducia al sindaco uscente, Riccardo Maraga, che potrà così scendere in campo per tentare il bis. Senza però poter contare - almeno così sembra - sull'appoggio della sinistra, che starebbe lavorando alla composizione di una propria lista. Nel centrodestra il candidato papabile dovrebbe essere la commercialista amerina Laura Pernazza, mentre il Movimento 5 Stelle, al netto di eventuali primarie da celebrare online - come ormai abitudine - dovrebbe affidare la sua bandiera a Gianfranco Chieruzzi. Questa la lista "ufficiale", alla quale poi potrebbe correre parallelo un elenco di possibili altri sfidanti. Si vocifera ad esempio di una compagine capeggiata dall'attuale consigliere comunale Umbro Coppo, ma anche di una lista civica che potrebbe prendere le mosse dal popolo della rete e raccogliere personalità della società civile, soprattutto provenienti da fuori città, che avrebbero deciso di mettere le loro capacità al "servizio" della città. Questa la fotografia, almeno fino ad oggi. Perché l'ipotesi Sgarbi potrebbe sparigliare le carte. Magari non proprio arrivando alla sintesi di una lista unica, ma riducendo il numero dei contendenti".
(Fonte Nuovo Quotidiano Nazionale)
8/4/2016 ore 2:15
Torna su