Martedì 07/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:18
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Amelia: il sindaco Maraga "appoggia" le scelte della Marini riguardo al piano di riordino della sanità in Umbria
Ribadisce quanto aveva detto sabato scorso a Palazzo Eroli, facendo eco alle parole del suo "collega" De Rebotti. "Non è perchè apparteniamo alla stessa corrente politica - aveva detto - che abbiamo scelto la strada del dialogo e della condivisione, quanto perchè sono convinto che sia questo l'unico modo per decidere insieme le cose". Riccadro Maraga, sindaco di Amelia, torna sull'argomento sanità e spiega le ragioni che lo inducono a "non fare barricate". "La Giunta Regionale - dice il sindaco di Amelia - ha approvato il documento di riordino della sanità umbra con cui la regione deve affrontare il drastico taglio di 140 milioni di euro che subirà nel prossimo biennio. E' un passaggio delicato che comporterà una rivisitazione generale della sanità umbra al fine di difenderne la qualità e l'universalità attraverso una razionalizzazione che consenta di assorbire i tagli senza incidere sulla qualità del servizio. Il documento verrà discusso dalla Presidente Marini nei territori e abbiamo ritenuto importante spiegare come ci accingiamo ad affrontare questo dibattito. Ho scelto la strada della discussione civile tra istituzioni non la trincea o l'incatenamento. Perchè credo che noi Sindaci siamo parte del processo di razionalizzazione e di ripensamento della sanità, non ne siamo esclusi. Dobbiamo tutti fare uno sforzo riformista se vogliamo difendere il welfare universalistico e di qualità. lasciare tutto così com'è e trincerarsi dietro la difesa strenua dello status quo sarebbe sintomo di miopia politica ed amministrativa, di incapacità di interpretare i cambiamenti, gestirli e ci metterebbe in mano a scelte dall'alto, non condivise e discusse, lontane dal nostro modo di affrontare le questioni. Amelia e Narni avranno un ruolo fondamentale nel processo di riordino e di razionalizzazione perchè ospiteranno un nuovo Ospedale che già va nella direzione segnata: razionalizzare, puntare sulle eccellenze delle due attuali strutture, implementare la riabilitazione rendendo il nuovo Ospedale il polo provinciale della riabilitazione. Un ospedale figlio a pieno titolo della nuova era in cui non possono esserci doppioni ma servizi strategici ed erogati con efficienza ed economicità. Per il resto abbassiamo i toni, attendiamo le indicazioni della regione senza creare allarmismi esagerati. Siamo pronti a fare la nostra parte e a difendere e spiegare le scelte della regione ovviamente se derivano da dati e criteri oggettivi e verificabili. L'opera della Presidente Marini non è semplice. Sta a noi supportarla - conclude Maraga - , chiedendo il giusto coinvolgimento, per difendere tutti insieme il welfare e la sanità umbra, vera eccellenza della nostra Regione per far sì che l'interesse generale, quello dei cittadini e del loro diritto a prestazioni sanitarie universalistiche, celeri e di qualità, prevalga sugli egoismi e le difese strenue di territorio. Il rinnovamento in politica è anche questo atteggiamento nuovo, propositivo e riformista perchè solo un illuso può pensare che in questa fase di trasformazione tutto resti uguale".
5/6/2012 ore 5:03
Torna su