Domenica 12/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
A Taizzano cittadini in rivolta per i cattivi odori e le zanzare che arrivano dal vicino depuratore
Odori sgradevolissimi. A Taizzano chi abita nella parte bassa del paese, quella che costeggia sul lato destro la strada che porta a Treie, da quando si è affacciata la bella stagione sono cominciati i problemi. Il caldo di questi giorni ha infatti portato con sé una serie di disagi che i cittadini non sono più disposti a tollerare. Si lamentano in molti dello stato di degrado in cui versa il depuratore installato a poche decine di metri dalle case. Un degrado evidente, come testimoniato dalle foto, per via di quella sorta di grande fogna a cielo aperto che si trova nei pressi del cancello d’ingresso dell’impianto e della folta vegetazione che facilita la presenza di insetti e rettili. C’è un canale proveniente dalla zona del vecchio lavatoio che è completamente intasato e ricoperto da erbacce. L’occlusione ha creato uno “stagno” dove al posto dell’acqua c’è un liquido non meglio identificato, dall’inquietante color della pece. Un puzzo incredibile viene su da questa enorme pozzanghera dove “banchettano” insetti di ogni tipo, ai quali non par vero di potersi "abbeverare" in quel letamaio. All’interno del recinto, dove sono installati gli impianti di depurazione, una grande vasca, sprovvista di copertura, lascia vedere una poltiglia color nocciola che “ribolle” continuamente attirando insetti e “liberando” anch'essa cattivi odori. “La mattina viene sempre qualcuno a dare un’occhiata al depuratore-ha detto Bruno di Antonio un pensionato che abita a pochi metri dall’impianto-ma è roba di minuti: gli operai arrivano e dopo pochi minuti se ne vanno. Cosa facciano in quel pochissimo tempo proprio non lo so. La situazione è difficile per noi che qui dobbiamo viverci. La puzza è insopportabile e le zanzare ci divorano. Il canale è ostruito da erbacce e da interi canneti. L’acqua sporca ristagna attirando gli insetti. Il comune non manda mai nessuno a ripulire ed a bonificare l’area. Siamo stufi di questa situazione”. Alle parole dell’anziano fanno eco quelle di Monica Ceprini, una giovane mamma, che si lamenta del degrado. “E’ un problema di carattere sanitario-attacca-che abbiamo più volte segnalato al Sindaco. Qualcuno deve intervenire. Qui non si fa più vita. Ho due figli piccoli e sono pieni di punture di insetti. Per non parlare dei cattivi odori che siamo costretti a respirare di giorno e di notte.”
Anche Forza Italia ha “impugnato” il problema ed i consiglieri Bruschini e Pileri hanno rivolto una interpellanza, a risposta scritta, al sindaco Bigaroni. “Ogni anno di questi tempi-hanno scritto i due consiglieri nell’interpellanza-si ripete il medesimo problema legato all’invasione delle zanzare ed alla presenza di cattivi odori nella frazione di Taizzano. Il fenomeno si manifesta maggiormente nella zona adiacente il depuratore nei pressi del punto di raccolta dei rifiuti solidi urbani, non lontano dalla sede del centro civico. Chiediamo al Sindaco di intervenire affinché venga bonificata l’area circostante il depuratore, venga eliminata la vegetazione cresciuta a dismisura e vengano svuotati quotidianamente i cassonetti dove i rifiuti lasciati a marcire si accumulano ed emanano cattivi odori.”
29/5/2003 ore 11:27
Torna su