Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
A Norcia dal 27 al 29 febbraio la quarantunesima mostra mercato internazionale del tartufo nero e dei prodotti tipici della Valnerina
Dal 27 al 29 febbraio Norcia, con la “41a Mostra-Mercato Internazionale del tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici della Valnerina e del Parco Nazionale dei Monti Sibillini”, ribadirà la sua centralità nell’universo della gastronomia e dell’agroalimentare italiano.“La mostra – ha sottolineato il Sindaco di Norcia Alberto Naticchioni - si conferma come un progetto di promozione turistica ed imprenditoriale volto a valorizzare le radici e la profonda identità del nostro territorio”. Una grande manifestazione, un salone del gusto e dei profumi a cielo aperto che, che con i suoi 200 espositori (di cui la metà del settore agroalimentare e gli altri di quello agricolo, edilizio e artigianale), trova nella piazza principale del centro storico, nelle vie limitrofe e in quelle che costeggiano le mura di cinta l’ideale luogo rappresentativo. “La Mostra-mercato del tartufo – ha aggiunto il Sindaco - vuole celebrare l’identità di Norcia, vista dall’osservatorio privilegiato del suo ricchissimo patrimonio culinario, in un contesto di grande sinergia tra cittadini, istituzioni e aziende del territorio locale, italiano e straniero. Il suo obiettivo – ha continuato - resta quello di far emergere il forte legame che Norcia conserva con la sua tradizione artigianale e gastronomica che si è evoluta negli anni mantenendo però inalterata la qualità e la bontà dei suoi prodotti locali, riuscendo a conquistare i mercati internazionali. Quello di valorizzare le produzioni tipiche e di recuperare le attività tradizionali legate all’identità culturale di Norcia, attraverso la riscoperta di mestieri secolari come la “norcineria”, sarà di fatto – ha concluso Naticchioni - il principale filo conduttore della prossima edizione”. Nella giornata di sabato 28, interamente dedicata alla figura del “norcino” e all’abile arte della lavorazione della carne suina saranno presentati ufficialmente l’“Albo d’Oro” e la “Confraternita del Norcino” (nel corso di una iniziativa che si terrà alle 15.30 al Palazzo Comunale, sarà presente l’assessore regionale all’agricoltura, Gianpiero Bocci) che, appena costituiti, rappresenteranno un punto di riferimento per tutti quei “norcini” emigrati che della norcineria hanno fatto con successo la propria attività imprenditoriale. Attraverso la raccolta di materiale bibliografico ed iconografico e il reperimento di materiali ed attrezzature tipiche della norcineria, il convegno (che si terrà sabato mattina, alle ore 10.30, presso il Palazzo Comunale) servirà a fornire una corretta e dettagliata visione della vicenda storico-produttiva dell’antica norcineria, un grande patrimonio di conoscenze in grado di promuovere ed incentivare le attuali filiere produttive perché l’offerta turistica, oltre a concentrarsi sulle attrattive naturali di un territorio, può far leva sulla storia, sulle abitudini e sulle usanze del passato. Di questi obiettivi si fa ambasciatore anche l’innovativo progetto promosso dall’Anci dal titolo: “Res-tipica - la rete delle reti delle identità locali, per la tutela e la valorizzazione delle produzioni tipiche intese come beni territoriali" che sarà presentato in anteprima nazionale a Norcia, nel corso del convegno di domenica 29 (con inizio alle ore 10.30, presso il Palazzo Comunale), alla presenza del Presidente dell’Anci nazionale, Leonardo Domenici. Obiettivi del progetto lo sviluppo delle vocazioni produttive territoriali, il recupero della memoria storica, la creazione di una vetrina telematica per la commercializzazione dei prodotti tipici, la valorizzazione e promozione della ristorazione di qualità. Accanto ad autorità del mondo politico, tra queste il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Teresio Delfino e la Presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti, che presiederanno l’inaugurazione del 27, ai vari convegni e incontri della tre giorni parteciperanno qualificati docenti ed esperti del settore economico, ambientale, sociale ed agroalimentare che, come dimostrato anche in passato, considerano Norcia un luogo ideale e strategico per veicolare e diffondere una cultura basata sulla “qualità” della vita e come un esempio di sviluppo concreto perseguibile da tante altre aree rurali, non solo italiane. L’amministrazione comunale ripropone l’allestimento di una mostra fotografica dedicata alla storia della stessa Mostra Mercato, per ricordarne i personaggi più significativi, l’evolversi dei costumi, le curiosità. Si potrà inoltre visitare la mostra documentaria sul norcino e la norcineria e quella della civiltà contadina e artigianale del passato, prendere parte a visite guidate in costume medievale nei musei nursini, assistere a intrattenimenti folkloristici, eventi musicali e spettacoli teatrali. Per sabato 28, alle ore 21, il cartellone della stagione teatrale nursina ha fissato infatti lo spettacolo satirico “Differenze generazionali”, scritto, diretto e interpretato dall’artista Guido Palliggiano. La Comunità Montana Valnerina per venerdì 27 febbraio (alle ore 15.30 presso il Palazzo Comunale) ha organizzato un convegno sul tema “Cielo, terra ed acque della Valnerina: lo sport al servizio dello sviluppo del territorio”.

25/2/2004 ore 23:53
Torna su