Venerdì 22/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Università: Eros Giombolini smentisce Proietti, "la Cna non c'entra niente con le sue dichiarazioni"
“La Cna non c’entra niente, Proietti ha parlato a titolo personale”. E’ il presidente della Cna provinciale di Terni, Eros Giombolini, narnese anche lui, a dichiarare “di non avere mai autorizzato nessuno ad esprimere pareri di qualsivoglia natura circa l’operato della Giunta Comunale di Narni”. Giombolini prende così le distanze dalle dichiarazioni rilasciate da Giulio Cesare Proietti, “che non riflettono in nessun modo la posizione dell’associazione e sono da intendere esclusivamente come opinione personale del nostro funzionario. Per quanto ci riguarda abbiamo piena fiducia nell’operato e nelle decisioni della Giunta narnese”. La polemica ha preso lo spunto da alcune dichiarazioni al vetriolo fatte qualche giorno fa da Proietti, il quale era stato presentato come funzionario della Cna, ma soprattutto come un ex sindaco di Narni. "Che fine farà – si era chiesto Proietti - il Corso di laurea in Scienze per l'Investigazione e la Sicurezza? Allo stato attuale esso non viene citato in alcuna delle ipotesi di ristrutturazione che circolano, compresa quella di fare a Terni un unico dipartimento integrato, ovvero costituito da Ingegneria, Medicina ed Economia”. “Dal giorno dell'apertura del corso narnese – aveva aggiunto Proietti -, l'Università di Perugia non ha consentito che si facesse un solo passo in avanti verso il consolidamento. Sta di fatto che tutti a Terni in questi giorni si agitano, mentre a Narni c'è caos calmo. L'accordo con Terni fu decisivo per l'apertura del corso, mentre ora non risulta alcun contatto per concordare una strategia comune". Dichiarazioni forti, che avevano colto di sorpresa gli stati generali del Pd e tutto il centrosinistra narnese. Ora la “smentita” fatta da Giombolini, “capo” della Cna, alla quale Proietti replica così: “quelle considerazioni - dichiara l'ex sindaco di Narni - le ho fatte da semplice cittadino narnese, non certo a nome della Cna. Il mio voleva essere semplicemente un invito rivolto a tutte le forze politiche narnesi affinchè si impegnino maggiormente sul fronte della battaglia universitaria, muovendosi in sinergia con quelle di Terni”. Dal Comune, intanto, è il sindaco Bigaroni a sgombrare il campo dalle polemiche. “Stiamo lavorando da sempre non solo per mantenere questo corso così importante, ma siamo impegnati al massimo per dare un futuro certo all’università. Le speculazioni, di qualsiasi matrice esse siano, non ci interessano. Avevamo pensato ad una ‘Narni universitaria’ ed avevamo preparato per tempo la città a dotarsi di tutte le infrastrutture necessarie ad accogliere bene l’arrivo di centinaia di studenti, riuscendo nel nostro intento. Posso tranquillizzare tutti che siamo ‘dentro’ a tutte le partite istituzionali che riguardano il mantenimento ed il potenziamento del corso su Scienze della Investigazione e la Sicurezza e che nessuno di noi ha mai abbassato la guardia”.
(Nella foto Eros Giombolini, presidente della Cna provinciale)
28/12/2011 ore 0:33
Torna su