Giovedì 19/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Università, Bruschini (FI): "iscrizioni in calo negli ultimi anni, è necessario ridare vigore al corso narnese"
"I dati sono incontrovertibili: il numero degli iscritti al corso universitario narnese negli ultimi anni è in calo". A sostenerlo è Sergio Bruschini (Forza Italia), il quale tende a smorzare quelli che egli definisce "facili entusiasmi". Il consigliere dell'opposizione ha chiesto i dati all'ateneo e perugino e sulla base di questi fa la propria analisi. "Se andiamo a leggere i numeri - scrive in una nota -, dal 2012, dove le nuove immatricolazioni erano state 354 si è passati alle 279 registrate nel 2016. Nel 2012 il totale degli studenti iscritti al corso narnese era pari a 1060, mentre nel 2016 siamo scesi a 887. Per rimanere su base statistica rileviamo che la regione dalla quale provengono il maggior numero degli iscritti è il Lazio, seguito da Umbria, Campania, Puglia, Calabria e Lombardia. Non abbiamo ancora - continua Bruschini -, i dati relativi al 2017, ma temo che la decrescita sia confermata dai numeri. Quest'anno si inaugura il biennio magistrale; una novità che accogliamo con entusiasmo. Tuttavia dobbiamo dire che non è cio che ci saremmo aspettati, perchè, a nostro dire, esso andava finalizzato attraverso materie che avessere a che fare con il corso in scienze per l'investigazione e la sicurezza, che si trattasse, dunque, di una specializzazione non in sociologia, ma in materie più tecniche e scientifiche. Vedremo che tipo di 'appeal' l'atteso biennio avrà sugli studenti e quanti benefici la magistrale porterà effettivamente all'università di Narni. Ci auguriamo, ovviamente, che molti studenti decidano di iscriversi al biennio e che il corso narnese riprenda vigore, perchè la presenza dell'università nella nostra città è diventata un elemento importante per la vita socio-economica del territorio. Un ruolo importante dovrà svolgerlo però la politica, quella che decide, affinchè questa importante realtà venga mantenuta a Narni e potenziata dai vertici dell'ateneo".
25/9/2017 ore 2:43
Torna su