Lunedì 26/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:05
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Un pool di imprenditori al lavoro per realizzare a Narni un autodromo internazionale che darebbe lavoro a più di 300 persone
Un autodromo a Narni. Ma non una delle tante piste che si vedono in giro qua e là, piuttosto un autodromo internazionale di quelli veri. Grande, dunque, e dotato di tutti i servizi. Si parla di una superficie imponente: oltre 60 ettari sui quali, oltre alla grande pista automobilistica, sorgerebbero anche altre infrastrutture. Fra queste un moderno centro commerciale, un hotel ed ancora un "burger drive", un outlet motorsport, un karting indoor e outdoor ed enduro. Una fitta serie di attività, insomma, che, direttamente e attraverso l'indotto, potrebbero dare lavoro a più di 300 persone. Il progetto è ancora nella sua fase per così dire "embrionale", ma le intenzioni di chi ci sta lavorando sono molto serie. L'idea è venuta ad un pool di imprenditori che fa capo a Francesco Pileri, personaggio molto noto dalle nostre parti per avere dato vita in passato ad importanti progetti nel campo del motociclismo a livello internazionale. Ed è proprio Pileri che spiega, per sommi capi, come dovrebbe essere l'autodromo di Narni. "Intanto - afferma - va detto che non abbiamo ancora deciso quale sarà l'area precisa sulla quale esso sorgerà. Abbiamo diverse opzioni. La più importante, al momento, è quella riguardante un grandissimo appezzamento di terreno situtato lungo la Marattana, in territorio narnese, ma ci sono state offerte anche altre opportunità, sempre a pochi chilometri da Narni. Tra queste altre soluzioni c'è un grande terreno situato nelle campagne di San Vito e Guadamello. In questo periodo stiamo facendo diversi sopralluoghi. Quando sarà il momento decideremo". Un progetto faraonico e costoso, che sembra non spaventare nè Pileri, nè gli altri personaggi che insieme a lui starebbero lavorando intorno a questa idea: Benito Montesi (trascorsi importanti nel mondo della pallavolo a livello nazionale, dove per trent'anni ha ricoperto l'importante ruolo di presidente della sezione arbitri della Federazione Italiana Pallavolo) e Walter Sciacca, ovvero il direttore generale dell'autodromo che si sta costruendo a Tenerife. Nei giorni scorsi Francesco Pileri, manager dell’omonimo management, e Benito Montesi si sono incontrati con Sciacca, che sembra aver mostrato interesse per il progetto. Insomma non si sarebbe trattato di un semplice incontro interlocutorio, visto che i tre hanno già effettuato una serie di sopralluoghi nel territorio narnese per cominciare a vedere le aeree disponibili. Una volta definite le questioni preliminari si dovrà presentare tutta la documentazione necessaria all’amministrazione comunale di Narni. L’obiettivo di Pileri e degli altri è quello di costruire un autodromo internazionale, in grado di ospitare competizioni motoristiche di alto livello, in una zona come quella del Ternano che vanta una grande tradizione di campioni nel campo dei motori.
(Nella foto: da sinistra Pileri, Sciacca e Montesi)
20/2/2017 ore 3:05
Torna su