Venerdì 15/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Un Piano regolatore "intercomunale" per Calvi dell'Umbria e Otricoli, ma l'idea non piace a molti cittadini
L’unione fa la forza. I sindaci dei comuni di Calvi dell’Umbria e di Otricoli, tra loro confinanti e molto simili anche per le caratteristiche dei territori, hanno così deciso di seguire il consiglio della Provincia di Terni e di commissionare allo stesso studio tecnico un progetto di piano regolatore “intercomunale”. “Pensare di andare avanti anche per i prossimi decenni ognuno per conto suo sarebbe stato da irresponsabili – spiega Antonio Liberati, sindaco di Otricoli -, dunque abbiamo deciso di unire le forze e di individuare gli obiettivi da perseguire e le aree presso le quali dovranno svilupparsi i progetti più importanti. Nella zona industriale di San Carlo a Calvi nascerà un polo industriale comprensoriale, mentre lungo la Flaminia abbiamo individuato un’area presso la quale verrà impiantato un centro sportivo polivalente, con piscina coperta ed un palazzotto dello sport, in grado di servire un bacino di oltre 20.000 persone, coinvolgendo anche i vicini centri del viterbese e della Sabina. Il ‘Parco della montagna’ unirà invece i territorio montani compresi tra Calvi e Poggio”. Anche Silvano Lorenzoni , sindaco di Calvi dell’Umbria, parla con toni entusiastici del nuovo Prg. “E’ il primo piano regolatore nella storia di Calvi – spiega – e dunque vogliamo che esso soddisfi le aspettative di tutta la cittadinanza. Io stesso sto studiando giorno notte il piano redatto dallo studio tecnico e sto preparando molte osservazioni. I cittadini debbono fare lo stesso, perché alla fine dovrà venir fuori uno strumento in grado di portare solo miglioramenti al nostro territorio”. Ma le polemiche non mancano. Molti cittadini di Calvi rimproverano al sindaco di aver portato a conoscenza della popolazione il progetto del nuovo Prg “con ritardo e solo dopo che era stato approvato dal consiglio comunale”. Pronta la risposta del sindaco: “E’ un mese che sui muri di Calvi e delle frazioni campeggiano i manifesti dove si chiede ai cittadini di prendere visione del Prg e di fare delle osservazioni”. Ma questa spiegazione non basta a molti cittadini, soprattutto a quei giovani che chiedevano da tempo la realizzazione di un palazzetto dello sport a Calvi e che in futuro dovranno fare una quindicina di chilometri per raggiungere quello che verrà realizzato lungo la Flaminia. I cittadini si stanno tuttavia mobilitando per fare una raccolta di firme da presentare in comune e con la quale mostrare il proprio dissenso relativo a molti punti presenti nel nuovo piano regolatore. Non sembrano invece esserci al momento reazioni da parte dei cittadini di Otricoli dove evidentemente il nuovo Prg piace così come è stato redatto.
18/9/2006 ore 5:25
Torna su