Domenica 20/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Terni: condannato ad un anno di reclusione il 65enne narnese che nel 2011 venne arrestato per molestie ad una bimba di 8 anni
Violenza privata e non sessuale. Questo il reato addebitato al pensionato narnese, cui il giudice ha inflitto la pena di un anno di reclusione. L'uomo tre anni fa era stato arrestato dai carabinieri per aver avvicinato e "molestato" una bambina di 8 anni durante le prove di un saggio di danza, all’interno del teatro comunale di Narni. La condanna è stata inflitta all'uomo che oggi ha 65 anni e vive con la propria famiglia nel centro storico di Narni. Il collegio, presieduto dal giudice Massimo Zanetti, ha dunque ritenuto colpevole l’uomo, ma non ha ravvisato gli estremi per configurare una molestia di tipo sessuale, derubricando dunque il reato contestato. I pensionato 65enne avrebbe, infatti, soltanto afferrato la bimba per un braccio e, secondo la corte, non ci sarebbe stato nessun altro comportamento anomalo. La pena, tra l’altro, è stata già scontata dal narnese, subito dopo il fatto, quando nei suoi confronti venne diposta la misura cautelare, prima in carcere e poi ai domiciliari. Nei confronti della bambina, ascoltata in aula e la cui famiglia si era costituita parte civile tramite l’avvocato Attilio Biancifiori, i giudici hanno invece riconosciuto una provvisionale di 5mila euro. Il pm Raffaele Pesiri aveva chiesto la condanna a due anni nei confronti dell’uomo, che durante il processo era stato riconosciuto semi-infermo di mente da un medico legale nominato dal tribunale. I legali dell’uomo, gli avvocati Luca Leonardi e Fabio Farnesi, pur soddisfatti della derubricazione del reato, annunciano ricorso in appello, in quanto ritengono che non sussisterebbe nessun elemento di colpevolezza a carico del proprio assistito.
29/4/2014 ore 20:06
Torna su