Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:09
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Tanta gente all'assemblea di S.Maria, Matticari è fiducioso mentre Cabiati lancia frecciate proprio verso il "commissario"
C’è ancora grande entusiasmo attorno al terziere di Santa Maria. E’ questo il dato principale emerso dalla assemblea dei contradaioli che si è svolta sabato in una sala consiliare stracolma di gente. La riunione, convocata dal commissario straordinario Marco Matticari, doveva servire a tastare il polso dei “santamariani” in margine alla situazione venutasi a determinare dopo le dimissioni del Priore Capo Cabiati e di altri consiglieri, e le risposte avute sono state di sicuro incoraggianti. Almeno rispetto all'interesse mostrato dalla gente verso le sorti del terziere. Pur essendo innegabile la presenza di correnti contrastanti all’interno del terziere, sembra esserci infatti ancora tanta voglia di fare per i colori arancio-viola, e per la Corsa all’Anello. Riguardo ai risultati "concreti" prodotti dall'assemblea non ve ne sono stati di importanti. Matticari dovrà lavorare moltissimo per assemblare idee, proposte e suggerimenti di tutti. Sul metodo da seguire per procedere con questa strategia è ancora tutto da vedere in quanto il commissario non ha presentato alcun programma e nemmeno fatto dei nomi. Ci sta lavorando e nel giro di pochi giorni ne renderà probabilmente conto nel corso di una nuova assemblea. Non tutti hanno gradito la scelta del commissariamento, qualcuno ha detto a chiare note che avrebbe preferito tornare alle urne, ma gli è stato fatto notare che lo statuto dell'Ente non lo avrebbe consentito. Matticari mostra tutta sua soddisfazione per gli esiti di questo incontro: “Continuerò con il giro delle consultazioni per formare il gruppo di responsabili che dovrà lavorare per la prossima edizione della Corsa all’Anello – ha spiegato – l’importante è comunque conservare questo entusiasmo e questo spirito di collaborazione. Sono soddisfatto soprattutto per la risposta dei nostri contradaioli, che hanno riempito l’aula consiliare, dimostrando un grande attaccamento alle sorti del terziere”. Ci sono stati diversi interventi nel corso del dibattito, tutti più o meno autorevoli e comunque ben ponderati e niente affatto polemici. Era presente anche il dimissionario Francesco Cabiati. L’ex-priore ha voluto confermare la sua assoluta disponibilità a collaborare per i colori che ha rappresentato per dodici anni. Tuttavia Cabiati non ha mancato di lanciare qualche bordata all'indirizzo di Matticari: “Personalmente non mi trovo d’accordo nella scelta fatta dall’Ente Corsa-ha detto Cabiati-Matticari, al di là delle proprie capacità personali, non mi sembra la persona adatta a rivestire questo ruolo, in quanto espressione di una corrente di pensiero del terziere, e quindi non neutrale. Avrei preferito ripartire da nuove elezioni – ha continuato l'ex priore di Santa Maria – magari a novembre, per dare una nuova identità al terziere. Poi non riesco a capire il progetto di Matticari e con quali criteri egli intende procedere alla individuazione degli elementi che andranno a comporre il nuovo comitato. Insomma ho sentito tante belle parole, tante belle intenzioni condite da una buona dose di perbenismo, ma è troppo generico invitare alla collaborazione se poi non si ha un progetto concreto. Ribadisco, in ogni caso – ha concluso Cabiati – che sarò pronto a collaborare senza nessun incarico di responsabilità all’interno del terziere”.
Cesare Antonini
20/10/2003 ore 1:33
Torna su