Venerdì 18/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:17
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Storie di caserme: a Orvieto Scalo si chiude per "problemi igienici" a Narni per "morosità"
Problemi di spazi, di affitti non pagati e di inidoneità dei locali che ospitano le caserme dei carabinieri sono più diffusi di quanto non si creda. A Narni siamo in attesa, da un momento all'altro, che arrivi l'ordine dal comando generale dell'Arma e da quello del comando provinciale, di spostare i militari in servizio in via Portecchia presso la caserma di Narni Scalo; altrove succede, se si vuole, anche di peggio. E non bisogna andare tanto lontano per trovare situazioni al limite del bizzarro. Ad Orvieto Scalo, infatti, il comandante provinciale ha fatto chiudere la caserma perchè il locali erano dievntati "non decorosi a carenti anche dal punto di vista igienico". In gergo militare si chiama "ripiegamento", ma in termini pratici la decisione del colonnello Alverone ha significato la chiusura della caserma di Orvieto Scalo che è stata trasferita "in toto" nel centro storico della città, presso la sede della Compagnia. La motivazione parla di "motivi igienico-sanitari, decoro e sicurezza sul luogo di lavoro". Così da lunedì 3 settembre, il personale della stazione di Orvieto Scalo ha iniziato ad accogliere il pubblico presso i nuovi uffici di via Roma, 2 ad Orvieto. Dal comando provinciale fanno sapere che "Il servizio istituzionale di controllo del territorio e di polizia giudiziaria rimarrà invariato.E' cambiata solo la sede di accoglienza del pubblico che sarà utilizzata nelle more dell’individuazione di un nuovo stabile da adibire a caserma della Stazione CC di Orvieto Scalo". Un pò come a Narni, dove per motivi diversi (morosità) i carabinieri stanno per andarsene dalla caserma di via Portecchia. Si dice che il trasferimento sia "provvisorio", ma quanto provvisorio nessuno lo sa.
6/9/2012 ore 6:03
Torna su