Martedì 19/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Schiarita all'orizzonte per il futuro dell'Ast-Thyssen Krupp, soddisfazione tra le stituzioni e i sindacati dopo l'ultimo incontro
"Non è stata una riunione-ponte, come qualcuno si aspettava, ma un incontro denso di contenuti e di novità". Così il sindaco Paolo Raffaelli ha definito in conclusione dei lavori l'incontro del tavolo trilaterale Ast-TK-sindacati-istituzioni, che si è tenuto venerdi 25 luglio nella sala consiliare di Palazzo Spada ed al quale hanno preso parte esponenti delle principali associazioni sindacali di categoria, delle Rsu, una delegazione dell'azienda capeggiata dall'ingegner Giovanni Bertoni, il presidente della giunta regionale Maria Rita Lorenzetti, l'assessore regionale Ada Girolamini, l'assessore provinciale Gianfranco Teofrasti, il sindaco di Narni Stefano Bigaroni, il vicesindaco di Terni Feliciano Polli e l'assessore comunale Paolo Olivieri. E' stato proprio il sindaco Raffaelli a riassumere i punti più importanti tra quelli trattati durante la riunione. Il sindaco come pure il presidente della Giunta Regionale, ha apprezzato il cambio di strategia commerciale annunciato dall'ingegner Bertoni per quel che riguarda in particolare l'inox. Una selta che - secondo l'azienda - privilegerà i volumi di vendita e dunque la produzione rispetto ai prezzi che saranno invece tenuti più bassi per riconquistare fette di mercato con un'operazione di "riallineamento". Rispetto a questa decisione - ha detto il sindaco Raffaelli - il sistema territoriale si sente ancora più impegnato ad adoperarsi per porre in essere quanto in suo potere come contributo all'abbattimento dei costi. Su quest'ultimo aspetto si è soffermata anche la presidente della giunta regionale Lorenzetti che ha annuciato di aver già consegnato ai sindaci di Terni e Narni una prima proposta scritta sulla questione energetica che sarà poi discussa e partecipata in settembre.
Regione, Comune di Terni e sindacati hanno ribadito la loro contrarietà ad ogni ipotesi di scorporo, ovvero di "spezzatino" delle consociate Ast-TK e su questo punto anche l'azienda ha garantito il proprio impegno, come pure quello sugli investimenti per il magnetico e sul mantenimento dei livelli occupazionali. "Il tavolo trilaterale - hanno detto la Lorenzetti e Raffaelli - ha contribuito a creare un percorso di fiducia, certezza e trasparenza e le valutazioni di oggi possono già essere una base per un quadro d'intesa generale da raggiungere nell'ambito del patto territoriale per lo sviluppo". Il tavolo trilaterale tornerà a riunirsi in settembre.
28/7/2003 ore 11:25
Torna su