Martedì 20/02/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ritardi negli interventi al reparto oculistico, Bruschini (FI): "tutto dipende da questioni burocratiche"
Torna sull’argomento riguardante le liste di attesa che i pazienti debbono osservare per sottoporsi ad interventi di cataratta presso il reparto di oculistica dell’ospedale di Amelia. E’ presso il nosocomio amerino che i cittadini dell’intero comprensorio narnese si recano infatti per interventi di questo e per tutte le altre visite che riguardano l’oculistica. Sergio Bruschini (Forza Italia), che nei giorni scorsi aveva chiesto lumi al riguardo, ha deciso di approfondire la questione. “Ho assunto ulteriori informazioni – spiega il consigliere di FI - e da quanto ho saputo le difficoltà che porterebbero a queste lunghissime liste di attesa (si parla di dieci mesi), non dipenderebbero dalla mole di interventi agli occhi richiesti al reparto, ma da questioni di carattere burocratico. Insomma, si tratterebbe di problemi organizzativi del servizio da parte della Usl. Dal 31 dicembre 2017 - spiega Bruschini -, è stata sospesa la collaborazione del primario di oculistica dell’ospedale di Terni con la Usl Umbria 2. Essa consisteva in un servizio settimanale: il martedi ad Orvieto ed il sabato ad Amelia. E' vero che si sta ristrutturando il reparto oculistico dell'ospedale di Terni, ma lo stesso non potrà sopperire alla richiesta di tutta l’utenza che fino ad oggi si rivolgeva agli ospedali del territorio. L'appello che voglio fare al direttore della Asl è quello di rinnovare al più presto la delibera riguardante l'incarico precedentemente affidato al responsabile del reparto di oculistica, che ora è anche primario del 'Santa Maria', affinché si ponga rimedio alle liste attesa e si ripristini un servizio presso l'ospedale amerino, così come era fino al 31 dicembre dello scorso anno".
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
29/1/2018 ore 2:43
Torna su