Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Raccolta differenziata: Fiordi (Pri) attacca Latini (Margherita):"Parla come se fosse il difensore d'ufficio dell'Asit"
Non c’è feeling tra di loro ma questo lo si sapeva da un pezzo. Non sorprende più di tanto, quindi, qualche periodica baruffa che li possa riguardare. I protagonisti, ancora una volta, sono loro due: Piero Fiordi (Pri) e Daniele Latini (Margherita). “Pomo” della discordia un intervento tenuto in occasione dell’ultima seduta del consiglio comunale da Latini sulla questione dei rifiuti. Si parlava di Asit e del modo di gestire la raccolta differenziata da parte dell’azienda; in molti hanno fatto il loro intervento e quando è toccato a Latini c’è stato Fiordi che ha subito drizzato le orecchie perché quello che stava dicendo il consigliere della Margherita proprio non gli piaceva. “Ha fatto un intervento come se fosse il difensore d’ufficio dell’Asit-ha spiegato Fiordi-snocciolando dati che per la verità sono gli stessi diffusi tempo fa dal presidente della stessa azienda, dai quali risulterebbe che la quantità di differenziata è in perfetta linea con gli obiettivi prefissati, che il costo dell’appalto è rimasto invariato, che la tassa non è stata aumentata e che l’Asit svolge un servizio perfetto e dunque sono i cittadini indisciplinati che creano problemi. Evidentemente Latini che non è un assiduo frequentatore dei lavori del consiglio comunale, non era presente quando in vari interventi fatti in passato avevo più volte evidenziato che il costo complessivo del servizio e di questo dobbiamo parlare, desumendolo dai dati del bilancio, dall’anno 2000 ultimo anno di gestione del comune, al 2003 anno nel quale il servizio è stato totalmente gestito dall’Asit, è aumentato di 631.772 euro. Riguardo alle percentuali di raccolta differenziata, la Regione non annovera il Comune di Narni tra quelli virtuosi, pertanto è ora che gli amministratori forniscano i dati relativi alla sperimentazione richiesti da tempo. La raccolta differenziata-conclude Fiordi-è in ritardo anche perché il comune non ha fatto nulla per incrementare la raccolta e sensibilizzare i cittadini.
15/10/2004 ore 7:55
Torna su