Martedì 12/12/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Piccioni morti: le carcasse portate in laboratorio, la Usl 2 dirà se si tratta di virus o di avvelenamento
Piccioni morti in giro per le strade del centro storico. Si pensa a un'epidemia. Era già accaduto in passato di notare in giro per le strade numerose carcasse di questi pennuti, la storia si sta ripetendo in questi ultimi tempi. Se la folta colonia di colombi presenti in città sia stata colpita da una particolare epidemia non è dato saperlo. Intanto lo stesso fenomeno sta interessando anche il centro storico di Amelia. Qui gli amministratori locali hanno deciso di vederci chiaro ed hanno inviato alcune carcasse dei piccioni trovati morti alla Usl 2 chiedendo ai veterinari dell'azienda sanitaria di sottoporre ad analisi i pennuti. Nei laboratori della Usl sono arrivati anche i resti di piccioni trovati morti a Narni. I veterinari faranno delle analisi approfondite per verificare se ad uccidere i volatili sia stata la stessa malattia. Qualcuno, giorni addietro, notanto l'alto numero di piccioni morti sulle strade aveva azzardato l'ipotesi di un avvelenamento da parte di ignoti, ma essa appare molto suggestiva e quindi sarebbe da escludere. Resta, dunque, in piedi solo l'ipotesi di una epidemia determinata da un virus che quando colpisce i colombi, può anche portarli alla morte. Si potrebbe trattare allora di una malattia tipica degli uccelli, che colpisce sia quelli domestici che quelli selvatici.
9/10/2017 ore 2:30
Torna su