Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ospedale unico Narni-Amelia: "ok" dal Ministero, la soddisfazione della presidente Marini e dell'assessore Barberini
Il Ministero ha detto "si". Parere favorevole, dunque, da parte del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici in edilizia e tecnologie sanitarie. L'atteso "ok" da il via libera ai progetti relativi al nuovo ospedale unico di Narni-Amelia ed alla riconversione e riqualificazione dei presidi sanitari dell’area del Trasimeno. La conferma arriva al termine della seduta del Nucleo svoltasi nella giornata di mercoledì 15 luglio, presso il Ministero della Salute, che ha dato il via libera ai progetti presentati dalla Regione Umbria. Il parere sarà ora definito nei dettagli tecnici, con le eventuali prescrizioni e/o raccomandazioni, e quindi formalizzato alla Regione. La notizia è stata riferita dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini, e dall’assessore alla Sanità, Luca Barberini, che hanno sottolineato con particolare soddisfazione la decisone dei tecnici che hanno valutato positivamente il complesso degli interventi proposti dalla Regione. “Attendevamo con fiducia la decisione del Nucleo di valutazione – affermano Marini e Barberini - , e questo, non appena il tutto sarà formalizzato, ci consentirà di passare presto alla fase operativa per avviare tutto l’iter e giungere quanto prima all’avvio concreto dei lavori. Grazie a questi interventi faremo un altro importante passo in avanti nella realizzazione del programma di riorganizzazione e riqualificazione della rete ospedaliera e sanitaria dell’Umbria, e migliorare ulteriormente la qualità e l’efficacia del nostro servizio sanitario. Un fatto questo ancor più significativo se si considera che ciò avviene in un tempo di grande difficoltà per la finanza pubblica”. Fin qui la parte "teorica", ora i cittadini narnesi si aspettano che dopo tanti anni di parole, si passi finalmente ai fatti.
16/7/2015 ore 15:00
Torna su