Martedì 10/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ospedale unico: le giunte di Amelia e Narni mettono fretta alla Marini, "troppi ritardi, vogliamo chiarezza"
Chiedono alla Regione di dare dei segnali. Ma soprattutto di sbrigarsi a spiegare, una volta per tutte, ai cittadini a che punto è la pratica "ospedale unico". In un comunicato congiunto le giunte municipali di Amelia e Narni chiedono alla presidente Marini di "dare una accelerazione all’iter realizzativo del nuovo Ospedale comprensoriale vista la difficile situazione della sanità nel nostro territorio". "Come è noto - è scritto nella nota congiunta - la firma dell’accordo di programma tra i soggetti istituzionali coinvolti a Palazzo Donini, la successiva variante urbanistica approvata dal Consiglio Comunale di Narni e l’acquisizione da parte della Regione della proprietà dell’Ospedale di Amelia, hanno chiuso l’iter burocratico per pubblicare il bando di gara per la realizzazione dell’Ospedale Narni-Amelia. Inoltre l'Umbria è tra le otto Regioni italiane che potranno effettuare gli interventi previsti dai propri piani di investimento in edilizia sanitaria, per un importo complessivo di oltre 53 milioni di euro per parte statale, ai quali si aggiungono altri 27 milioni di euro per parte regionale. Gli interventi prioritari - prosegue il comunicato - che si dovrebbero finanziare sono i seguenti: miglioramento e adeguamento dell'Ospedale di Terni, quota destinata alla realizzazione dell'Ospedale di Narni-Amelia; quota per il finanziamento relativo agli ospedali del Trasimeno. Questo accordo è stato firmato il 2 febbraio 2013 presso il Ministero del Tesoro ed ha consentito lo sblocco delle risorse statali. Tutto ciò permette di dare gambe alla riforma del sistema sanitario che la Giunta regionale ha approvato di recente, un ottimo risultato sia per la sua sanità che per l’economia della nostra regione.
Nonostante questi fatti che inducono ad essere fiduciosi nel raggiungimento del risultato che da troppo tempo si attende, ancora non è stato pubblicato il bando e presso le strutture esistenti le condizioni sono sempre più critiche. Questo, nonostante ormai da mesi si afferma che nulla osta alla pubblicazione del bando e sono state fissate diverse date ad oggi non rispettate. Questa situazione mette in forte difficoltà i Sindaci che vogliono parlare in modo sincero con i nostri cittadini che, giustamente, chiedono chiarezza. Chiediamo alla Presidente Marini - dicono le due giunte di Narni e Amelia - di prendere in mano con determinazione la situazione così da essere chiari e trasparenti con i cittadini del nostro territorio perché percepiamo che un ulteriore ritardo non è più compreso e non è più ammissibile. La Regione Umbria è giustamente orgogliosa della propria sanità. In alcune aree si sono realizzati Ospedali comprensoriali nuovissimi e Case della Salute così da offrire ai cittadini di quelle aree un’offerta sanitaria eccellente di cui la Regione va giustamente fiera. Tuttavia - chiude il comunicato - questi livelli eccellenti di prestazioni devono essere omogenei sul territorio umbro. Anche i narnesi e gli amerini meritano una sanità eccellente, come la Regione Umbria è in grado di fare".
21/4/2013 ore 16:03
Torna su