Domenica 17/12/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni verso le elezioni: i candidati riscoprono l'importanza del "porta a porta" e vanno in periferia a parlare con la gente
Calma apparente. I cinque candidati a sindaco, chi più chi meno, negli ultimi giorni hanno rallentato le loro apparizioni pubbliche, ma stanno comunque lavorando alacramente "dietro le quinte". I "big" (De Rebotti, Daniele e Pace) stanno facendo una campagna molto intensa sul territorio. Servendosi anche dei "social", che negli ultimi anni sono diventati degli strumenti assai preziosi per promuovere l'immagine di ogni candidato. Ognuno di loro si sta dando molto da fare sia aggiornando di continuo i propri account personali, che "appoggiandosi" a quelli dei tantissimi candidati consiglieri. Tra questi c'è chi, addirittura, ha acquistato spazi a pagamento, per dare alla propria personale campagna un impulso più forte e per raggiungere numeri più elevati di utenti. Alle elezioni mancano ormai meno di 20 giorni e dunque si può dire che la fase "calda" della campagna elettorale deve ancora iniziare. E' atteso, ad esempio, il "grande" comizio di De Rebotti che, per non restare indietro rispetto a quanto fatto nelle settimane scorse da Eleonora Pace che ha portato a Narni due donne, "big" della politica nazionale (Mara Carfagna e Giorgia Meloni), chiamerà a sostenerlo qualche pezzo da novanta del Partito Democratico. A dire il vero nei giorni scorsi è girata la voce che a Narni sarebbe venuto addirittura il neo segretario nazionale Matteo Renzi, ma la cosa non è stata mai confermata dagli uomini vicini al Pd narnese. Ad ogni modo sia De Rebotti che Daniele e Pace, stanno battendo palmo a palmo il territorio, sia di persona che attraverso i propri alleati. Mai come in questo periodo, i narnesi, in particolare quelli che vivono in periferia, hanno visto tanti politici bussare alle loro porte. E' un classico, al quale la gente è ormai abituata.
GLI ALTRI CANDIDATI
Mentre i cosidetti "big" hanno scelto in questa fase della campagna elettorale di diminuire le loro apparizioni pubbliche, Luca Tramini (Movimento 5 Stelle) e Luciano Novelli (Sinistra per Narni), stanno portando avanti con grande determinazione il loro lavoro. Tra un incontro pubblico, dove si è parlato di ambiente (SpN) e una cena per autofinanziare la campagna elettorale (M5S), Tramini e Novelli sono da mattina a sera in giro sul territorio. Tramini, che è da sempre un contradaiolo del terziere Santa Maria, nonostante il suo impegno politico nei 20 giorni di festa ha continuato a dare una mano al proprio rione, mischiandosi in mezzo ai ragazzi del forno arancioviola e sfilando nel gruppo musici. Un esempio di umiltà da parte di un ragazzo che si è buttato anima e corpo in questa avventura politica. I Cinque Stelle, nel frattempo, annunciano (martedi 23 maggio alle 20) l'arrivo in città dei senatori Nicola Morra e Stefano Lucidi. Con loro ci sarà l'assessore regionale Andrea Liberati. Sarà presente, ovviamente, il candidato Tramini. Luciano Novelli lo si vede spesso stazionare all'interno del gazebo di Sinistra per Narni. Lui sarà quasi sicuramente una "spina nel fianco" per il centrosinistra. Novelli, che cinque anni fa stava dalla parte di De Rebotti, rappresenta i vecchi partiti della sinistra (Rifondazione e Comunisti Italiani) e nel territorio narnese ci sono ancora molti "nostalgici" che potrebbero decidere di sostenere l'esponente di SpN, togliendo dei voti preziosi al sindaco uscente.
22/5/2017 ore 4:10
Torna su