Martedì 17/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:50
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni verso le elezioni: è la parola "cambiamento" quella più usata da tantissimi candidati consiglieri comunali
Cambiamento. E' la parola magica che sta caratterizzando il vocabolario di gran parte dei candidati in lizza per uno scranno di consigliere comunale. Da una parte all'altra degli schieramenti il termine "cambiamento" viene ripetuto con grande frequenza. E, si badi bene, capita di sentir parlare di cambiamento anche alcuni candidati che fanno parte della coalizione che sostiene la giunta uscente. Questo per dire che in tanti, nel tentativo di convincere i cittadini a votarli, si prodigano nel promettere impegno per voler cambiare qualcosa. Magari quelli che sono dall'altra parte della barricata (centrodestra e tutte le altre liste che sono in contrapposizione con i partiti che sostengono la giunta uscente), alla parola "cambiamento" danno un significato più forte ed in qualche modo credibile. Fatto sta che in tanti spingono su questo termine. E che si tratti di un termine 'abusato' lo si capisce quando chiedi a candidati giovanissimi, o ad altri meno giovani ma che si affacciano per la prima volta sulla scena politica cittadina, cosa intendono per "cambiamento". Le risposte che arrivano spesso sono, onestamente, poco convincenti e sanno tanto di roba imparata a memoria, magari letta sul programma del proprio candidato sindaco. Ci auguriamo che, chiunque sia il vincitore di queste elezioni, per Narni, le sue frazioni ed i suoi 197 chilometri quadrati di territorio, ci sia davvero un grosso "cambiamento". Con delle vere novità che portino nuova occupazione e facciano ripartire in modo significativo l'economia. Il resto sono solo parole.
8/6/2017 ore 12:05
Torna su