Giovedì 13/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Tpn chiede al comune di dire ai cittadini quali attività vengono svolte alle "Gole del Nera"
Chiedono di far conoscere ai cittadini quali siano state le attività svolte sino ad oggi alle "Gole del Nera". I consiglieri comunali di Tutti per Narni chiedono agli amministratori comunali di rendere note le attività svolte e quelle in corso. "Stando a quanto si legge - spiegano da TpN -, il progetto di gestione consisterebbe 'nella realizzazione di attività permanenti per la tutela e l’utilizzo sostenibile dell’area storico naturalistica. Ma anche nella realizzazione di eventi a livello nazionale ed internazionale, nello sviluppo di attività scientifiche, nell’implementazione dei sistemi di trasporto da e per le Gole del Nera'. Ebbene - osservano i consiglieri di TpN -, al di là delle buone intenzioni, non ci pare di vedere grandi attività alle Gole del Nera. Anzi, ci pare di notare che la zona sia quasi abbandonata. In passato abbiamo denunciato e documentato come il sentiero per raggiungere l’abbazia di San Casciano sia del tutto abbandonato a se stesso, con delle situazioni di precarietà e pericolosità non ancora sanate. L’Abbazia è sempre chiusa senza avere delle certezze rispetto alla possibilità di poter esser visitata, per lo meno nei mesi primaverili/estivi tutti i giorni e non sporadicamente, secondo noi. I sentieri non sono segnalati, dei siti, pubblicizzati e di straordinario interesse, non si ha traccia lungo il tragitto. Uno su tutti le grotte dell’Eremita. Chi viene da fuori e deve raggiungere le Gole del Nera arrivati a Narni Scalo, si deve affidare solamente a informazioni che si possono raccogliere chiedendo ai cittadini, perché la segnaletica è ridotta al minimo. Le Gole del Nera - dicono da TpN -, potrebbero diventare una buona occasione di rilancio del nostro territorio. Occorre fare una mappatura seria dei numerosi sentieri, degli itinerari che conducono nelle nostre splendide frazioni, ma se lo spirito è quello di lasciare tutto abbandonato a sé stesso, non solo per mancanza di risorse, ma soprattutto per una assoluta mancanza di idee e progetti per realizzarle, rischiamo di diventare come quelli delle occasioni perse".
25/9/2018 ore 4:10
Torna su