Martedì 30/05/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo, multe ai pendolari, c'è la replica del Comune: "l'obbligo di apporre il tagliando è in vigore dal 1 marzo"
"Il cartello che indica in modo chiaro le nuove disposizioni è lì dal 1 marzo. I cittadini, pendolari compresi, avevano l'obbligo di leggerlo". Dal comune non hanno dubbi nel giusificare le decine di multe che mercoledi sono state comminate ad altrettanti automobilisti che avevano lasciato le loro vetture nel piazzale adiacente la stazione feroviaria. "Le nuove modalità di parcheggio - spiegano dall'assessorato alla Viabilità -, ossia a pagamento, sollecitato dagli stessi pendolari, sono entate in vigore il primo parzo di quest'anno. Da quel giorno al 22 abbiamo considerato queste settimane come un 'periodo di adattamento' ed infatti nessuno ha sanzionato nessuno. Se non è sufficiente la segnaletica per comunicare le disposizioni e circa 22 giorni di 'tolleranza', cosa altro bisognerebbe fare? Da parte nostra il fatto che per tre settimane non siano state elevate delle contravvenzioni, dimostra quanto non si voglia avere un atteggiamento vessatorio nei confronti dei cittadini. Senza dimenticare che debbono essere altresì tutelati tutti quelli che sono rispettosi delle norme. Sanzionare i trasgressori in una situazione di questo tipo era l'unica cosa da fare". Qui accanto pubblichiamo la foto dell'ingresso del piazzale-parcheggio della stazione. Si legge benissimo il cartello che, secondo il comune, era stato installato e poi "coperto". Il cartello sarebbe stato "scoperto" il primo marzo. Da quel giorno gli automobilisti che sono soliti utilizzare quel parcheggio avrebbero, secondo quanto affermano inc omune, dovuto rispettare le nuove normative. Forse, ma è una nostra opinione, insieme a quel cartello sarebbe stato opportuno metterne altri, di carta in tutto il piazzale, dove si informavano gli automobilisti dell'entrata in vigore del provvedimento. Alle 6 o alle 7 di mattina la gente è ancora assonnata e difficilmente si mette a leggere un cartello che somiglia moltissimo a quello che stava sta lì da tanti anni e che è stato sostituito per l'occasione. Insomma, senza voler prendere le diferse di nessuno, diciamo che un'informazione maggiore e più visibile agli automobilisti andava data.
(Nelle foto il nuovo cartello e accanto quello vecchio)
23/3/2017 ore 12:45
Torna su