Domenica 22/04/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 17:57
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: la stazione ferroviaria e le zone limitrofe nel mirino dei carabinieri, nel 2017 fermate una decina di ragazze rom
L'Arma fa il bilancio delle operazioni riguardanti i controlli che vengono eseguiti nei pressi della stazione ferroviaria di Narni Scalo. I carabinieri considerano quello uno dei principali snodi di passaggio a livello provinciale di soggetti spesso già noti alle forze dell'ordine. I controlli - fanno sapere dall'Arma -, vengono eseguiti in primis da parte dei militari della locale stazione dei carabinieri, ma anche degli equipaggi in divisa ed in borghese del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Amelia. "La stazione ferroviaria e le aree immediatamente limitrofe - si legge in un comunicato diffuso dal comando provinciale -, vengono quotidianamente perlustrate dagli equipaggi dell’Arma per intercettare in particolare le numerose donne, provenienti dai campi nomadi del Lazio e soprattutto della Capitale, che si rendono spesso responsabili di reati contro il patrimonio, quali furti in appartamento o con destrezza nei confronti delle persone anziane, avvicinate talvolta con la falsa promessa di rapporti sessuali".
I NUMERI
Nel 2017 sono state complessivamente una decina le ragazze nomadi alle quali, bloccate dall’Arma proprio in quella zona, è stato proposto e notificato il foglio di via obbligatorio. Negli stessi dodici mesi sono state, invece, deferite in stato di libertà per inottemperanza al provvedimento di allontanamento ben 30 donne che, già destinatarie di foglio di via dal comune di Narni, erano state controllate nuovamente dai carabinieri nella medesima “zona calda”. Dall’inizio dell’anno sono già tre le nomadi sorprese, nell’ambito dei controlli dell’Arma locale, all’interno e nei pressi della Stazione Ferroviaria di Narni Scalo.
21/1/2018 ore 11:15
Torna su