Domenica 21/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: due viterbesi di 51 e 60 anni sorpresi nella notte dai carabinieri a smontare la cabina telefonica di piazzale Camerini: denunciati
Smontavano le cabine telefoniche per raccogliere gli spiccioli persi dalla gente e per recuperare le tessere magnetiche prive di credito. I due bizzarri personaggi sono stati sorpresi la notte scorsa da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Narni Scalo che era in perlustrazione nella zona di piazzale Camerini. I due, A.B. di 60 anni residente a Canepina e F.S. di 51 anni di Viterbo, stavano letteralmente “sradicando” da terra la cabina telefonica servendosi di un’attrezzatura fabbricata ad arte da qualche fabbro ferraio. Alla vista dei carabinieri hanno interrotto la loro opera e cercato di dare spiegazioni impossibili, del tipo “stavamo recuperando qualche spicciolo perso dalla gente”. Ma non hanno saputo spiegare il perché fossero interessati anche alle schede telefoniche. I due avevano con loro grimaldelli, una sorta di piede di porco e persino delle chiavi false. Per loro è scattata la denuncia per tentato furto, danneggiamento aggravato e possesso ingiustificato di chiavi false e di materiale atto allo scasso. I due avevano raccolto da sotto alla pedana della cabina una ventina di euro e 20.000 lire in monete del vecchio conio. I fermati potrebbero essere gli autori di identiche “operazioni” compiute a decine nelle settimane scorse in varie località della provincia di Viterbo.
15/9/2006 ore 11:15
Torna su