Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: degrado alla stazione ferroviaria, l'allarme lanciato dal consigliere Fabio Pileri (Udeur)
Degrado alla stazione ferroviaria. Con sporcizia ovunque e figure di personaggi poco raccomandabili che si aggirerebbero nella zona soprattutto nelle ore notturne. A denunciare la situazione è il consigliere dei Popolari Udeur Fabio Piler. “La stazione di Narni Scalo è ormai diventata un dormitorio – avverte Pileri - ed un luogo di passaggio per sbandati e personaggi poco raccomandabili. Da diverso tempo – continua il consigliere – presso questa struttura siamo costretti a registrare atti vandalici, aggressioni ed azioni di microcriminalità. I cittadini non si sentono affatto tranquilli, soprattutto coloro che, per motivi di studio o di lavoro, si servono quotidianamente del treno e, quindi, della stazione ferroviaria. Vittime dei vandali sono soprattutto i pendolari che prendono il treno al mattino presto e alla sera. Nemmeno i commercianti sono più tanto sicuri e le loro attività rischiano una netta diminuzione di valore. La situazione non è più sostenibile. La nostra città non può e non deve permettere tale momento di degrado che nuoce all’immagine e alla qualità della vita della popolazione”. Pileri prova ad elencare alcune sue proposte che potrebbero ovviare all’oggettivo degrado in cui versa la stazione. “La prima soluzione potrebbe essere la chiusura al pubblico della stazione ferroviaria nelle ore notturne (dalle 23:30, arrivo dell’ultimo treno, alle 5 del mattino successivo, primo treno in partenza). Ciò ridurrebbe sensibilmente le occasioni di aggregazione di sbandati in luoghi non custoditi. Una seconda soluzione potrebbe essere la dotazione, in tutta la stazione e zone prospicienti, di una serie di telecamere a circuito chiuso collegate direttamente con le sale degli agenti di pubblica sicurezza. Bisognerebbe, poi, sollecitare i vertici di Trenitalia affinché mettano in sicurezza, anche mediante vigilanza notturna, i vecchi magazzini abbandonati, di loro proprietà, che rappresentano un vero e proprio ricettacolo di sporcizia (non escluse numerose siringhe usate) e un pericolo per i cittadini”.
12/9/2006 ore 11:29
Torna su