Sabato 18/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo, alunni della "Pertini" spostati causa lavori alla "Valli", Forza Italia: "scuola non a norma"
“Ritardi nell’esecuzione dei lavori, certificazione della segnalazione certificata di inizio attività (Scia) che non è stata presentata e sicurezza nei due plessi non garantita”. L’elenco stilato da Sergio Bruschini (Forza Italia) è piuttosto lungo e si riferisce alle scuole “Sandro Pertini” e “Luigi Valli” di Narni Scalo. “Sono stato informato – riferisce il capogruppo di FI -, che il cantiere per iniziare i lavori di sistemazione della scuola elementare ‘Pertini’ è stato consegnato solo un paio di giorni fa. Ovvio che per il 12 settembre, giorno in cui riapriranno le scuole, gli alunni dovranno essere per forza trasferiti alla vicina ‘Luigi Valli’. In questo plesso i lavori, invece, sono ancora in corso. Da quel che mi risulta sono stati creati dei tramezzi in carton gesso che, a mio avviso, non garantiscono assolutamente la necessaria insorizzazione tra un ambiente ed un altro. In queste aule dovrà essere ospitato il doppio dell’attuale popolazione scolastica. Il problema è che la stessa scuola media non ha i certificati di sicurezza. In pratica i ragazzi della media e delle elementari si troveranno a ‘coabitare’ in un plesso dove la sicurezza è ancora una pratica incompleta. Dal comune fanno sapere che non c’è nessun problema, in quanto c’è la deroga statale che permette di sistemare tutto entro il 31 dicembre di quest’anno. Ma si può – chiede Bruschini -, fare ricorso ad una deroga quando si parla di sicurezza di minori? Ricordiamoci che a Narni questa situazione si protrae da moltissimi anni, addirittura dal 1992. Gli stessi prèsidi, a livello regionale, hanno costituito una associazione che ha fortemente protestato per situazioni analoghe, dove le amministrazioni comunali spendono per sagre e festival e non investono sulla sicurezza per gli edifici scolastici di loro proprietà. A Narni Scalo credo che tutti i genitori debbano essere informati di questa situazione, ovvero che tra quachegiorno ci saranno dei bambini che verranno fatti traslocare in un plesso che non risulta essere in sicurezza”.
24/8/2017 ore 3:18
Torna su