Giovedì 14/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Roberto Montagnoli (Ds) difende le scelte fatte dalla coalizione pro-Bigaroni: "Rifondazione i problemi li ha nel suo gruppo dirigente locale"
Scende in campo anche Roberto Montagnoli. Il consigliere provinciale Ds, nonché responsabile degli Enti Locali della segreteria provinciale Ds, ha mandato una lettera aperta ad Alberto Sabatini (segretario provinciale del Prci), dopo che quest'ultimo era intervenuto nei giorni scorsi per chiedere a Bigaroni di manifestare segnali di interesse affinché Rifondazione Comunista potesse valutare la possibilità di rientrare nella coalizione. "Rifondazione – scrive Montagnoli – sostiene che manca un programma e con esso un nuovo patto fra la città e chi dovrà governare per i prossimi anni. A me sembra che questo richiamo retorico nasconda invece qualcosa di più profondo. E dopo le ultime dichiarazioni del segretario comunale Giulio Ratini, si dimostra ancora una volta una difficoltà tutta interna al partito di Rifondazione a scegliere fra piazza e responsabilità di governo. Vorrei ricordare a Sabatini che proprio dall'analisi dei cinque anni passati partì, nell'ottobre scorso, un intenso dibattito fra i partner di governo amministrativo. Un dibattito che si poteva e si doveva chiudere naturalmente il 21 dicembre scorso, a seguito del giudizio positivo, da tutti sottoscritto, dell'esperienza amministrativa che sta volgendo al termine. Tuttavia neanche quel giudizio positivo consentì a Rifondazione di lanciare, insieme a tutte le altre forze politiche del Centrosinistra, l'apertura di un tavolo di confronto con la città e i cittadini sulle scelte ancora da portare a termine e quelle ancora da compiere per il bene della città. Quel colpo da battere chiesto a Bigaroni – conclude Montagnoli -, credo che vada rivolto innanzitutto al gruppo dirigente locale di Rifondazione Comunista, dal quale finora il Sindaco prima e le altre forze politiche di centrosinistra poi, hanno ricevuto solo porte in faccia e purtroppo un linguaggio non consono per chi, come i Ds, condivide quei valori che hanno fatto grande la sinistra narnese".
1/3/2007 ore 11:10
Torna su