Domenica 20/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:54
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, "Premio Mimosa": domenica 29 marzo a Palazzo Eroli la premiazione
Da qualche anno, il Comune di Narni e l'Associazione Minerva celebrano la donna attraverso la scrittura creativa, con un concorso per racconti inediti legati al mondo e al sentire femminile. Quest'anno il tema del Premio Mimosa è il ricordo, antica sede della memoria, che cattura e rende immortali fatti e persone legate alla propria vita. Una giuria composta di esperti e appassionati di letteratura assegnerà il Premio a chi meglio avrà interpretato il tema dell'edizione 2015, ci sarà naturalmente un premio per ogni categoria, adulti, ragazzi scuola media superiore e ragazzi scuola media inferiore. Domenica 29 marzo, alle 16 presso il Museo Eroli di Narni, si terrà la cerimonia di premiazione e la lettura dei racconti selezionati, alla presenza delle autorità locali, degli organizzatori, degli autori e di quanti vorranno partecipare. In occasione del decimo anno del Premio, verrà presentata anche l'antologia "Come Mimosa…” selezione di racconti dal Premio Mimosa di Narni dal 2010 – 2015. L’artista Mauro Pulcinella, ha messo a disposizione per la copertina dell’antologia “Ottomarzo” una delle sue preziose grafie liriche e ha creato un percorso illustrato che si snoda, si trasforma e ci accompagna fra le pagine del libro. Edizioni Dalietta. “Questa antologia nasce per celebrare la decima edizione del Premio Mimosa nato nel 2006 - spiega Mariacristina Angeli, presidente dell'Associazione Minerva – per declinare con un concorso artistico la celebrazione delle potenzialità dell'universo femminile e dare un valore aggiunto alla vita culturale e creativa di questa comunità.
Dal 2007 l'organizzazione del concorso viene condivisa con il Comune di Narni - in particolare con gli Assessorati alla Cultura e alle Pari Opportunità - a conferma della sensibilità dell'amministrazione per queste tematiche. Gli esiti delle passate edizioni hanno sempre espresso risultati di alto valore artistico, oltre che sociale. Dal 2010 abbiamo deciso che gli elaborati dei concorrenti dovevano avvalersi della scrittura creativa, coniugando tema della parità di genere con specifiche tematiche Le precedenti edizioni ed il loro successo sono stati il prezioso viatico per l'attuale manifestazione”. Per Anna Laura Bobbi, Presidente del concorso, l’antologia “Come mimosa” ha una ramificazione di voci la cui coesione si snoda lungo la strada dell’esperienza di donne e uomini, ragazze e ragazzi, che nella scrittura si manifestano con suggestione, spessore umano, energia evocativa. Ecco il motivo per cui oso affermare che il Premio si spinge oltre la rappresentanza di genere per proporsi come esploratore e indicatore emotivo non solo della nostra collettività ma di una sensibilità contemporanea più complessa; un ricognitore idoneo a sorvolare la cronaca per affidarsi alla letteratura, cioè all’unico linguaggio capace di dare conto della complessità drammatica da cui oggi siamo attraversati”.
25/3/2015 ore 12:31
Torna su