Martedì 17/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, polemica sugli orologi, Eleonora Pace: "i simboli per noi contano, Giombolini se ne faccia una ragione"
La "storia" degli orologi delle due torri campanarie della città, continua a far discutere. Nella sua replica, l'assessore Giombolini aveva ricordato come fossero di poco conto argomenti di questo genere. Si tratta di un'opinione rispettabile, ma non da tutti condivisa, perchè, in fin dei conti, il buon modo di amministrare di una giunta si misura anche dal modo di gestire gli orologi pubblici e le fontane del centro storico. Se i primi da anni non segnano più il tempo e le seconde sono costate ai cittadini fior di quattrini per la loro manutenzione, non è cosa di poco conto. Ad ogni modo a chiudere la polemica ci pensa Eleonora Pace che per prima aveva sottolineato l'inefficenza di De Rebotti e della sua giunta, riguardo alla gestione questi beni pubblici. "Non possiamo che essere soddisfatti - dice la candidata sindaco -, della piacevole coincidenza con la quale l'orologio della piazza sia tornato a funzionare dopo decenni di immobilità. Abbiamo più volte ed in varie forme fatto una metafora di quell'orologio come simbolo di una città immobile da troppo tempo. Ecco perché come dicevano i latini: 'Excusatio non petita accusatio manifesta' e la risposta dell'amministrazione, tramite l'assessore Giombolini, appare come un maldestro tentativo di mettere una pezza su una toppa oramai lacera. Vogliamo tranquillizzare l'ex assessore Giombolini ed i suoi che il nostro programma è qualificato, ricco di proposte e molto apprezzato dai cittadini. Per noi i simboli sono importanti ed è per questo che ce ne occupiamo, avendo constatato decenni di sciatta dimenticanza. Comprendiamo tuttavia la ritrosia di questa amministrazione sul tema dei simboli e tocchiamo ferro, affinché dopo aver fatto di nuovo suonare la sirena dell'Elettrocarbonium per poi farla chiudere definitivamente, anche l'orologio ed i suoi rintocchi non abbiano per la città lo stesso destino".
6/6/2017 ore 16:39
Torna su