Sabato 23/09/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: per "provocare" De Rebotti Bruschini si presenta in consiglio comunale vestito da "arrotino"
Si è presentato vestito con una pettorina di colore arancio fluorescente e con un casco blu in testa. Dietro alla pettorina una scritta: "Arrotino" ed un sottotilo: "Donne, è arrivato l'arrotino!". L'episodio è accaduto giovedi mattina (13 aprile) nella sala del consiglio comunale e protagonista di questa curiosa performance è stato Sergio Bruschini, capogruppo di Forza Italia. Il consigliere dell'opposizione ha voluto lanciare una provocazione all'indirizzo del sindaco De Rebotti e della sua giunta. "Perchè ho voluto evocare la figura dell'arrotino? - spiega Bruschini -, è semplice, perchè De Rebotti ed i suoi compagni di partito, da alcuni mesi a questa parte, ovvero da quando è iniziata la campagna elettorale, vanno facendo promesse elettorali a destra e a manca, usando il 'tono' dell'arrotino, che quando arriva nei paesi e nelle strade dei quartieri, urla a squarciagola dentro ad un megafono per farsi sentire da tutti e per promettere 'riparazioni' di ogni tipo. De Rebotti, ultimamente, sta inaugurando di tutto; sta asfaltando strade e piazzali, rifacendo strisce pedonali e quelle dei parcheggi e sta facendo ripulire dalle erbacce mura e e monumenti. Il sindaco uscente promette a tutti 'miracolose soluzioni' per questioni che si trascinano da anni e sta dunque cercando, in questo 'rush finale' della sua legislatura, di convincere i cittadini circa la sua bravura e la sua efficenza. Come se la gente fosse cieca, sorda o avesse la memoria corta e si fosse dimenticata di quello che è successo in questi cinque anni e delle tante cose sbagliate fatte da questa giunta. Vestire ora, a poche settimane dalle elezioni, i panni dell'arrotino che strilla per annunciare il suo arrivo - conclude Bruschini -, è semplicemente irritante. Un buon sindaco ed una buona amministrazione, non si possono misurare con qualche metro di asfalto, con l'inaugurazione di opere i cui lavori erano iniziati tanti anni fa o con la ripulitura di vecchie mura. Ci vuole ben altro per meritarsi la riconferma da parte dei cittadini".
13/4/2017 ore 16:42
Torna su