Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Novelli e Proietti Grilli criticano l'esultanza degli esponenti locali del PD: "non è tutto oro quello che riluce"
Critiche al Partito Democratico. Che arrivano dai banchi della maggioranza e più segnatamente da Federico Novelli, capogruppo dei Socialisti. "Leggo con stupore – osserva Novelli - le dichiarazioni trionfalistiche di Proietti, segretario cittadino del PD, e a quanto pare sfegatato sostenitore della linea 'solitaria' e di autosufficienza di Veltroni. Caricare di significato amministrativo elezioni politiche che avevano come posta in palio il governo del paese non sempre è esercizio facile. Non vedere poi la sonora bocciatura che ha ricevuto questo progetto mi pare ancor più difficile. Noi socialisti non facciamo certamente salti di gioia per il nostro risultato, comunque determinato più dal contesto nazionale della consultazione elettorale che da quello amministrativo narnese. Quotidianamente, invece, siamo costretti a fare i conti con un gruppo consiliare lacerato da dissidi, come tutti possono apprendere consultando i verbali delle sedute del consiglio e delle commissioni. Insomma è un PD, quello narnese, tutt'altro che autosufficiente, che certamente non facilita i lavori dell'amministrazione". Dice la sua anche Enzo Proietti Grilli, consigliere provinciale del Ps il quale ricorda che "a Narni i socialisti rimangono in giunta forti del loro 10% ottenuto alle amministrative del 2007, rispettosi della volontà degli elettori e pronti ad onorare fino in fondo il programma elettorale della coalizione guidata da Bigaroni". Discorso diverso per quello che riguarda invece il versante nazionale: "con le primarie – dice Proietti Grilli - Veltroni ha fatto cadere Prodi, con le politiche ha cacciato socialisti e comunisti e con Rutelli ha perso Roma. Con questi risultati dovrebbe dimettersi".
5/5/2008 ore 5:23
Torna su