Lunedì 15/10/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: nasce l'associazione "Magazzini Artistici", si occuperà di teatro, eventi, mostre e spettacoli
E' nata a Narni una nuova associazione culturale. Si chiama "Magazzini Artistici". Essa si occuperà di spettacoli, teatro, danza, scuole di musica e arti, formazione. Si tratta, dunque, di un contenitore culturale variegato e organico nel quale progettare, incubare, produrre e proporre cultura. Magazzini Artistici è un’associazione artistico-culturale fondata poche settimane fa a Narni. Essa si pone lo scopo di diffondere e favorire le arti a livello locale, regionale e nazionale. Magazzini Artistici è stata presentata presso alla sala del Consiglio comunale dal presidente, Germano Rubbi, e dal vice, Francesco Verdinelli, accompagnati dal sindaco e dall’assessore alla Cultura. Durante la presentazione Rubbi ha spiegato che cosa è e quali sono i progetti di Magazzini Artistici, composta attualmente da 15 soci, “professionisti e appassionati del settore – ha detto – anche se poi l’una cosa non esclude l’altra, ma anzi si integra alla perfezione. Magazzini Artistici – ha annunciato il presidente - lavorerà nell’organizzazione di eventi, spettacoli teatrali, mostre, concerti, scuole di teatro, musica danza e giocoleria, in un’ottica di integrazione con la città e con le istituzioni, per dare il proprio contributo alla crescita culturale generale ed aspirare, ove possibile, alla creazione anche di possibilità lavorative soprattutto per i più giovani”. Il lancio ufficiale dell’associazione è fissato per il 7 aprile al teatro comunale Giuseppe Manini con lo spettacolo “Matilde”, autoprodotto proprio da Magazzini Artistici. Ricco il programma di attività già stilato e presentato dal vice presidente Verdinelli. “Sono tante le cose messe in cantiere – ha detto - fra queste eventi di livello locale e nazionale. Ricordo, fra i più importanti, lo spettacolo “Pierino e il Lupo” di Micha Oecke, oppure la performance di Manuel Peruccini, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma. Noi vogliamo offrire un programma di attività che possa essere variegato e abbracciare gusti, inclinazioni e tendenze fra le più variegate, lavorando sia a livello territoriale che nazionale”. Molto positivi i commenti dell’amministrazione secondo cui la nuova iniziativa va nella giusta direzione. Il sindaco ha sottolineato come essa rappresenta una spinta che parte dal territorio e che interpreta l’esigenza e il bisogno di cultura. Sempre il sindaco ha poi rimarcato che, così come ha già fatto con altre realtà e come si continuerà a fare, l’amministrazione è impegnata a sostenere e favorire queste attività perché sente ed è convinta che siano importanti in un contesto territoriale dove la parte pubblica ha investito molto e con determinazione in termini di turismo e cultura. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore per il quale la cultura può creare nuove opportunità di lavoro ed insieme a questo può e deve far crescere anche il livello generale, stimolando riflessioni e discussioni, essere insomma un fattore importante per lo sviluppo di una comunità come quella narnese dove la cultura ha sempre rappresentato una realtà tangibile. Oggi, ha osservato, c’è un teatro che funziona e le nuove generazioni sempre di più si stanno avvicinando a queste discipline. Basti pensare, ha fatto notare il responsabile della cultura, come esempio, che il Comune ha registrato recentemente una notevole crescita degli abbonamenti alla stagione di prosa da parte degli studenti. E’ un chiaro e confortante segnale che fa ben sperare, ha concluso.
26/2/2018 ore 14:05
Torna su