Martedì 19/06/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: migranti da impiegare per la cura del verde pubblico e lo spazzamento delle strade
Impiegare i migranti per il progetto "Verde pubblico e spazzamento" e per favorire i percorsi di rafforzamento delle competenze professionali o propedeutiche al lavoro. Sono le prerogative del piano messo in piedi dal Comune di Narni per il sostegno all'inclusione lavorativa delle persone accolte nell'ambito dei progetti Sprar. Narni, va ricordato, è il comune capofila della zona sociale 11 e questo progetto verrà portato avanti con altri comuni dell'ambito stesso. Esso verrà messo in pratica dal soggetto attuatore individuato nell’Associazione Temporanea di Scopo, composta da un gruppo di associazioni. L'Ats prevede tra le proprie attività, in favore dei beneficiari richiedenti o titolari di protezione internazionale, azioni specifiche di inserimento lavorativo. Il progetto "Verde pubblico e spazzamento" ha come scopo la promozione dell’inclusione socio-lavorativa dei soggetti ospitati nel progetto Sprar categoria Ordinari attraverso la realizzazione di interventi di recupero degli spazi pubblici con finalità sociali e di miglioramento del paesaggio urbano, incrementandone l’efficienza e valorizzando il concetto di bene comune, contro il degrado, il consumo di terreno e per la tutela dell’ambiente. Gli interventi dei migranti saranno concentrati sulla cura e la rigenerazione di aree del territorio, individuate dagli uffici competenti del Comune di Narni, tramite attività di taglio dell’erba, cura del verde, cura e rigenerazione di parchi, giardini e arredo urbano. Un piano importante soprattutto nella logica di integrazione e messa a sistema delle azioni di inserimento socio-lavorativo. “L'obiettivo generale – spiegano dal Comune –, è quello del rafforzamento delle competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro o propedeutiche al conseguimento di un’occupazione lavorativa da parte dei beneficiari del progetto Sprar. I tirocini dureranno almeno un mese da parte di oltre beneficiari”. Sul piatto ci sono 22mila euro finanziati con le risorse assegnate al comune di Narni sempre per i progetti Sprar. Lo scopo è quello di creare integrazione, inserimento nel mondo del lavoro ed avere come obiettivo anche quello di tenere pulito il territorio.
24/5/2018 ore 4:15
Torna su