Giovedì 24/05/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Mezule vince la Corsa Storica, il giovanissimo Lorenzo Melosso batte il veterano Cipiccia e regala il successo al terziere bianconero
Mezule ha vinto la corsa all'Anello storica. E' stato il giovanissimo cavaliere Lorenzo Melosso a regalare la vittoria al terziere bianconero. E' stata una gara bella ed avvincente che ha visto i cavalieri dei tre terzieri contendersi fino all'ultimo anello la vittoria. Dopo le prime tornate, quelle dove si dovevano centrare gli anelli di "grande" diametro, si è arrivati alla tornata finale, quella dove tutto diventa molto più difficile perchè l'anello misura soltanto 3 centimetri di diametro. E qui è stato bravissimo il giovane Lorenzo Melosso che è riuscito a fare meglio di un veterano come Diego Cipiccia. Il "ragazzino" mezulano, infatti, ha centrato l'anello, lasciando al palo Cipiccia che, invece, ha fallito il bersaglio nel momento topico della gara. Alla giostra, condizionata nella parte finale da una leggera pioggia, ha partecipato, in qualità di "madrina", la travel blogger Marianna Norillo che si è detta entusiasta di aver vissuto un'esperienza di questo tipo. Il fantino bianconero è stato premiato dal segretario generale dell’Ente Corsa all’Anello Carlo Capotosti e dalla stessa Marianna Norillo.
LA GARA
Tredici sono stati i cavalieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria che hanno partecipato alla gara e undici di loro hanno infilato il primo anello di dieci centimetri di diametro, mancato dal cavaliere di Fraporta Luca Saltimbanco e da quello di Santa Maria Lorenzo Trinoli.
Il secondo anello di otto centimetri di diametro è stato invece centrato da dieci cavalieri, eliminando Ernesto Santirosi di Mezule (vincitore della corsa storica del 2017). Il terzo anello, di sei centimetri di diametro è stato invece mancato da quattro cavalieri: Cristiano Liti e Luca Chitarrini di Fraporta, Jonathan Anselmicchio di Santa Maria e Filippo Quadraccia di Mezule. Così l’ultimo anello, quello quasi impossibile da prendere perché con i suoi tre centimetri di diametro entra solo sulla punta della lancia dei cavalieri, ha visto scontrarsi sei cavalieri, nell'ordine di partenza Mirko Concetti di Mezule, Tommaso Suadoni di Santa Maria, Lorenzo Melosso di Mezule, Diego Cipiccia di Santa Maria, Luca Paterni di Fraporta, ed Alessandro Scoccione di Fraporta. Solo Melosso, Cipiccia e Paterni hanno centrato l'anello, dimostrando grande bravura. Al secondo “giro” con il piccolo anello, Paterni ha però mancato il bersaglio, lasciando in gara solo Melosso e Cipiccia. Il regolamento dice che i cavalieri che a pari merito infilano l'anello devono riprovare per altre tre volte a centrarlo. Per due volte, però, sia Melosso che Cipiccia hanno mancato il bersaglio, infilato la terza volta dal cavaliere di Mezule che si è aggiudicato la corsa storica.
I tredici cavalieri che hanno preso parte alla corsa storica 2018 sono: per Mezule Mirko Concetti, Lorenzo Melosso, Ernesto Santirosi e Filippo Quadraccia, per Fraporta Luca Saltimbanco, Cristiano Liti, Luca Paterni e Luca Chitarrini ed Alessandro Scoccione, per Santa Maria Tommaso Suadoni, Diego Cipiccia, Jonathan Anselmicchio e Lorenzo Trinoli.
(Nella foto la blogger Marianna Norillo, insieme al cavaliere vincitore, Lorenzo Melosso, ed al segretario generale dell'Ente Corsa all'Anello, Carlo Capotosti)
3/5/2018 ore 18:35
Torna su