Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Mezule non conosce ostacoli e con un Luca Veneri in forma smagliante vince per la quinta volta consecutiva la corsa all'anello
Ancora Mezule. Per la quinta volta consecutiva. Un filotto di vittorie che rappresenta un record mai visto nella giostra narnese. Un successo che permette al terziere bianconero di raggiungere quota 16 nelle vittorie e di insidiare il primato di Santa Maria che nella sua storia ha vinto 17 anelli. Staccatissimo Fraporta che di anelli ne ha vinti soltanto 8, l’ultimo dei quali nel lontano 2004. Mezule deve il suo quinto sigillo ad una prestazione fredda, quanto impeccabile, del suo cavaliere di punta: Luca Veneri. La gara è cominciata in ritardo. Si comincia al rallentatore con la prima tornata che vede affrontarsi Alessandro Scoccione (Mezule), Antonio Spera (Fraporta) e Jacopo Rossi (S.Maria). L’emozione gioca un brutto scherzo a tutti e tre gli esordienti che alla fine chiudono con un parziale non esaltante: S.Maria 60 punti, Mezule e Fraporta 45. Il terziere arancioviola potrebbe giocarsi il lieve margine di vantaggio nella seconda tornata, ma Diego Cipiccia, che pure è un veterano, sbaglia clamorosamente il primo giro infilando un solo anello; si rifà nel secondo giro (2 anelli) ma Mezule con Veneri fa il “pieno” e prende il volo chiudendo la tornata a 90 punti. Fraporta, con Marco Elefante totalizza 60 punti. Nella terza tornata si decide tutto tra il primo ed il secondo giro. Mezule con Fabrizio Fani fa il pieno di anelli, mentre Fraporta, con Daniele Cosimati, stecca clamorosamente sia al primo che al secondo giro. Va male anche per Fabio Picchioni (Santa Maria) che infila un solo anello; così il terzo giro diventa una formalità. Mezule prende due anelli con Fani, S. Maria si riscatta infilandone tre. Ma è troppo tardi. La gara era già chiusa matematicamente dopo il secondo giro. I risultati finale non ammettono repliche: Mezule 210, S. Maria 165 e Fraporta 135. Sulle gradinate, quelle che ospitano i costumanti ed i contradaioli bianconeri, scoppia il finimondo.
(Nella foto la presidente della Regione dell'Umbria, Catiuscia Marini premia il priore di Mezule Marco De Arcangelis)
9/5/2010 ore 18:23
Torna su