Giovedì 24/05/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, l'opposizione punta l'indice contro la maggioranza: "chiediamo un più alto senso di responsabilità"
Si lamentano per il fatto che negli ultimi tempi il Consiglio Comunale è "saltato" a causa della mancanza del numero legale. Così, i gruppi consigliari di opposizione, hanno deciso di far sentire la loro voce, redigendo un comunicato congiunto. Una nota stampa firmata dal Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Tutti per Narni. "Per ben tre sedute - scrivono nel comunicato -, è saltato il consiglio Comunale. La prima volta è venuto a mancare il numero legale da parte della maggioranza e la seconda volta non si è proprio potuto insediare per la stessa motivazione. Che un consiglio non si insediasse pensiamo che non sia accaduto nemmeno una volta nella scorsa legislatura e questa situazione, che poche ore dopo l’inizio del consiglio manchi la maggioranza sta arrivando al limite. Si sapeva - affermano i gruppi dell'opposizione -, che il secondo De Rebotti non sarebbe stato un mandato facile e che la vittoria per così pochi voti avrebbe dato vita ad una maggioranza consiliare 'debole', ma non ci aspettavamo problemi così gravi in così breve tempo. Ad ogni modo, come minoranza, chiediamo per l’ennesima volta un senso di responsabilità e di rispetto per la città. Ci auguriamo che il Sindaco faccia un richiamo alla responsabilità verso i suoi consiglieri e la maggioranza il prossimo Consiglio sia presente, raggiungendo il numero legale, per poter permettere la continuità dei lavori. Di certo le promesse ed i buoni propositi del Sindaco per dare maggior importanza allo strumento consiliare sono durati ben poco, giusto il tempo di installare lo streaming per poi non avere più il Consiglio, speriamo davvero che si concludano questi episodi e che la maggioranza cambi drasticamente rotta, perché così non va sicuramente bene, altrimenti se vi sono problemi o criticità, ricordiamo che i consiglieri si possono dimette e si torna tranquillamente al voto anticipato".
10/5/2018 ore 2:20
Torna su