Lunedì 24/07/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:44
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: la città rende onore a San Giovenale, con la messa in duomo e la processione per le vie del centro
E’ il giorno della festa del Patrono San Giovenale. Con la mattinata odierna dedicata alle celebrazioni liturgiche e il pomeriggio alla Corsa all’Anello storica. Ieri sera la cerimonia “De Cereis et Palii Offerendi”, l’offerta dei ceri e dei palii, ha regalato emozioni alla tantissima gente che gremiva la Cattedrale e le vie del centro storico. E’ stata ancora una rievocazione molto suggestiva che ha ripercorso la tradizionale offerta che viene fatta al patrono. L’offerta dei ceri ha fatto da prologo agli eventi in programma oggi, giorno del patrono. I festeggiamenti inizieranno con la solenne messa che il vescovo celebrerà alle 10,30 in Cattedrale. Seguirà la successiva tradizionale processione con il busto del santo che, partendo dal Duomo, attraverserà le vie cittadine. Alla processione che si snoderà per il centro storico parteciperanno i fedeli, le autorità cittadine, gli esponenti della chiesa e delle delegazioni dei terzieri in costume trecentesco. Verrà portato in corteo il busto di san Giovenale, accompagnato dai sacerdoti della forania di Narni, dai cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme, dalle autorità cittadine e fedeli. L’offerta che ogni anno dei terzieri e dell’ente corsa sarà destinata alla Caritas cittadina che sostiene con aiuti economici diverse persone bisognose. «In questo giorno veneriamo san Giovenale, il santo vescovo di questa comunità, il defensor civitatis, il consolatore degli afflitti, il padre dei poveri, la pietra miliare della identità di questa nobile città – ricorda il vescovo Piemontese -. La lunga tradizione storica ha bisogno di ricevere continuità ai nostri giorni, ma anche riscoprire quella parte di autenticità e di verità sul fondamento che l’ha generata. Le celebrazioni religiose e storiche devono riportare i narnesi alla riscoperta della propria identità e dei valori che mossero san Giovenale nel suo servizio ai vostri antenati e che costituiscono il fondamento della vostra fierezza e ricchezza culturale e spirituale».
3/5/2016 ore 4:42
Torna su