Mercoledì 17/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: iniziati i lavori per la ristrutturazione del palazzo comunale, finiranno fra due anni e mezzo
Piazza dei Priori ha cambiato volto. Gli operai della Giovannini Costruzioni, la ditta che si è aggiudicato l’appalto dei lavori, hanno cominciato a transennare la facciata del palazzo comunale per “segnare” gli spazi del cantiere che rimarrà aperto per i prossimi due anni e mezzo. La piazza è stata così divisa a metà da un grande pannello di legno che delimiterà l’area all’interno della quale verrà issata una grande gru e dove si muoveranno gli operai impegnati nella ristrutturazione del fronte destro dell’antico palazzo che ospita gli uffici comunali. “Si tratta di un’opera imponente-spiegano l’ingegnere comunale Giorgio Maurini e l’assessore ai lavori pubblici Enzo Proietti Grilli-che vedrà la ristrutturazione completa di quella parte dell’edificio che non era stata interessata dai lavori compiuti nel precedente intervento. In pratica verrà rifatto il tetto, i pavimenti e parte delle mura interne del palazzo; una ristrutturazione radicale che, una volta terminata, ci permetterà di avere a disposizione un municipio completamente rinnovato e perfettamente funzionale”. I costi dell’intervento sono ingenti e superano i cinque miliardi delle vecchie lire che diventano più del doppio se si sommano a quelli già spesi nel corso dei precedenti lavori. Un restyling che restituirà alla città uno dei suoi più belli ed antichi palazzi completamente rimesso a nuovo ma che comporterà non pochi disagi per i cittadini, in fatto di viabilità e di fruizione della piazza. “E di questo sono profondamente dispiaciuto-osserva l’assessore Proietti Grilli-ma non c’erano alternative e quindi siamo stati costretti a chiudere per metà la piazza”. Il traffico ha già subito delle variazioni: si potrà viaggiare in un unico senso di marcia e l’area di parcheggio a ridosso di palazzo Calderini è stata rimossa perché in quello spazio sarà consentita la breve sosta degli autocarri per le operazioni di carico e scarico e la manovra degli scuolabus negli orari di entrata ed uscita degli studenti delle elementari e medie. Sui tempi della durata dei lavori, l’assessore parla di “due anni circa” ma in molti sostengono che ce ne vorranno almeno tre prima che il cantiere venga smontato.
17/11/2004 ore 4:19
Torna su