Giovedì 14/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: incrocio pericoloso a Tre Ponti, all'uscita del distributore una siepe ed alcuni cassonetti disturbano la visuale agli automobilisti
In località Tre Ponti, lungo la ex Tiberina una arteria percorsa quotidianamente da centinaia di autovetture e mezzi pesanti di ogni tipo, c’è un incrocio molto pericoloso all’altezza del distributore situato all’imbocco della strada di Porta della Fiera. Qui accade che gli automezzi che scendono dal centro storico e sono diretti a Narni Scalo o a Beradozzo, per immettersi nelle due direzioni debbono per forza entrare nel piazzale della stazione di servizio e poi attendere che la strada di Tre Ponti sia “libera”. Per fare questo gli automobilisti debbono arrestare i loro veicoli sul lato destro del piazzale in un punto in cui, però, la visuale è ridottissima a causa di una siepe e di alcuni cassonetti. I pericoli maggiori sono per coloro che debbono svoltare a sinistra verso Narni Scalo: la siepe che divide la strada dalla stazione di servizio è talmente alta che si hanno delle difficoltà ad “inquadrare” la curva di Tre Ponti dalla quale sbucano le auto a velocità spesso molto elevate. Quella siepe andrebbe eliminata o, comunque, abbassata di una ventina di centimetri anche se non è chiaro se ad intervenire debba essere la Provincia, il Comune o i proprietari del distributore. In quello stesso punto capita sovente nell’arco della giornata che i camionisti di passaggio parcheggino i loro “bisonti” per andarsi a prendere un caffè al bar di fronte, ed in questi casi la visuale viene azzerata con grandi rischi per la circolazione. Sul lato destro situazione analoga per via di alcuni cassonetti che limitano la visibilità a chi deve svoltare in direzione di Berardozzo. In questo caso sarebbe ancora più facile spostare qualche metro più in avanti i grossi contenitori metallici, ma pare proprio che la cosa sia molto complicata per chi dovrebbe occuparsene.
26/8/2004 ore 3:55
Torna su