Lunedì 20/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, incrocio di Ponte Sanguinaro: Novelli e Ricci (Psi) ne ribadiscono la pericolosità
Si torna a parlare dell'incrocio di Ponte Sanguinaro. In particolare dell'incrocio con Strada di Collevaglione, da molti ritenuto molto pericoloso. Raccolte di firme e segnalazioni fatte da esponenti politici sia in comune che in Provincia, non hanno fino ad oggi sortito effetti. Della questione si era interessato in passato il consigliere comunale e provinciale Enzo Proietti Grilli. Ora che lui non ricopre più incarichi politici ufficiali, sono i suoi compagni di partito (Psi) a riprendere in mano la questione. Federico Novelli e Claudio Ricci, infatti, ripercorrono il lungo iter burocratico che ha interessato la vicenda, ricordando come della questione, a partire dal 2006, siano stati interessati Anas, Provincia, Comune e Prefettura. “Il bivio di Ponte Sanguinaro – scrivono in una mozione i due consiglieri comunali socialisti -, che collega la SS3 alla SS3 bis è uno dei punti di primaria importanza della rete stradale che attraversa il territorio comunale. Esso è noto per la sua pericolosità ed è stato spesso teatro di gravi incidenti, in quanto posizionato in prossimità di una curva e su tratti di strada ampi, molto veloci ed assai trafficati e non adeguatamente segnalato ed illuminato. In prossimità di questo crocevia si trova anche l'accesso della strada di Collevaglione, esattamente al centro della curvatura dell'incrocio, circostanza che fa sì che i residenti di questa via siano costretti ad immettersi sulla statale in totale assenza di visibilità rendendo assai rischiosa anche l'unica manovra consentita, quella di svoltare verso destra verso Vigne-Otricoli per poi invertire la marcia nel caso in cui la destinazione sia verso Narni. Non meno difficoltosa e rischiosa è la manovra di accesso a questa via, consentita solo alle vetture provenienti da Narni Scalo-Taizzano e quindi, nei casi di provenienza Narni o Vigne-Otricoli si è costretti a proseguire per Narni Scalo e ad invertire la marcia ove possibile. L'accesso stretto tra il gard rail non è agevole e le vetture sono costrette a rallentare in un puntonon visibile con elevatissimo rischio di tamponamento, in un punto di transito velocità molto elevate. Da oltre dieci anni si sta procrastinando per mere questioni burocratiche la risoluzione di un problema che mette a rischio la sicurezza dei cittadini residenti e di quelli che percorrono quel tratto viario. Sollecitiamo, dunque, il Comune affinchè provveda immediatamente a sollecitare gli altri Enti interessati sopra citati ed a procedere alla messa in sicurezza del bivio, attraverso la realizzazione delle opere necessarie sia strutturali che accessorie e di segnalazione adeguate e, nel frattempo, al fine di diminuire drasticamente i rischi, ad adottare le misure possibili. Chediamo anche - concludono Novelli e Ricci -, di predisporre una segnalazione più efficace ed adeguata di incrocio pericoloso, orizzontale e verticale, anche luminosa; di installare sistemi di controllo della velocità e bande orizzontali di rallentamento. Chiediamo anche che venga spostato, o allargato il più possibile, l'accesso alla strada di Collevaglione al fine di agevolare e velocizzare l'accesso e di illuminare adeguatamente la zona".
10/11/2017 ore 3:40
Torna su