Martedì 16/10/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: in arrivo altre 10 "fototrappole" per colpire i cittadini incivili che abbandonano i rifiuti
Sono in arrivo altre 10 fototrappole per la lotta contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti. Lo annuncia l’assessore all’Ambiente, Alfonso Morelli, ricordando tutte le attività in atto contro le discarica abusive e il rilascio illegale di rifiuti. “I controlli – spiega - sono costanti e riguardano sia la raccolta differenziata che l'abbandono incontrollato. Le nuove fototrappole si aggiungono a quelle già esistenti e rientrano nell’accordo recentemente firmato con Auri e carabinieri forestali per potenziare il servizio di protezione del territorio. Per queste attività – ricorda l’assessore - sono quotidianamente impegnati vigili urbani, guardie volontarie ambientali e i carabinieri forestali. Morelli, infine, ricorda anche che il recente progetto di videosorveglianza approvato dalla giunta e che è in corso di valutazione da parte delle autorità competenti, ha fra gli altri l'obiettivo del controllo ambientale”. "Ad oggi - spiega ancora l'assessore -, abbiamo 6 fototrappole che vengono utilizzate principalmente dai carabinieri forestali, anche se sono a disposizione anche della polizia municipale. Nei casi che riguardano il rispetto della raccolta differenziata parliamo di sanzioni prettamente amministrative. Tutt'altra cosa è l'abbandono dei rifiuti il cui fenomeno è riconducibile ad attività illecite. Per questi reati, la cui gestione è sostanzialmente esclusiva della Forestale, i procedimenti che si aprono possono essere anche penali e le sanzioni partono da 600 euro in su, in base, ovviamente, alla tipologia di reato. Senza entrare nei numeri precisi, perchè sono attività delicate, posso dire che, grazie all'utilizzo di questi nuovi dispositivi, sono stati avviati procedimenti importanti con indagini che mi risulta siano ancora in corso. Per cui le attività funzionano, anche se ovviamente non è semplice tutelare un territorio così vasto. Con le nuove telecamere e con l'ampliamento della videosorveglianza fissa contiamo di ottenere risultati ancor più incoraggianti. Rimane, tuttavia, estremamanete importante l'iuto della cittadinanza, qualsiasi segnalazione può trasformarsi in un indizio importante".
18/7/2018 ore 2:20
Torna su