Lunedì 20/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:20
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il teatro continua a "tirare", confermati per la stagione di prosa attuale gli abbonamenti dello scorso anno
Con la prima rappresentazione nazionale di “Copenaghen” di Michael Frayn, per la regia di Mauro Avogadro e portata in scena dalla compagnia Umberto Orsini, si è conclusa la campagna abbonamenti per la Stagione di Prosa 2017/2018 del Teatro Manini di Narni. la stagione è come sempre organizzata dal Comune di Narni in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria. In termini numerici, rispetto al precedente anno, gli abbonamenti al cartellone generale di 7 spettacoli, hanno mantenuto lo stesso numero dello scorso anno: 138 abbonamenti tra le conferme e le nuove adesioni. Gli 'Abbonamenti Scuola' - offerta per gli ultimi tre anni delle superiori di tre spettacoli del cartellone, selezionati per le tematiche affrontate e preceduti da un incontro di approfondimento con gli autori, registi e interpreti - hanno riportato un aumento di oltre il 65%: da 152 della precedente Stagione, a 231 di quest’anno. "La grande partecipazione degli studenti a questa Stagione - afferma l’Assessore alla Cultura Lorenzo Lucarelli - è sicuramente un dato positivo molto confortante, anche inaspettato. Si tratta - ha aggiunto -, di un risultato che dà un valore aggiunto alla formazione culturale delle giovani generazioni, a cui tutti siamo chiamati; ancor di più, in un periodo come l’attuale ove la cultura sta provando a dare un contributo concreto alla ripresa del paese attraverso meccanismi di consapevolezza e di rilancio dell'enorme patrimonio culturale che l'Italia possiede e tra questo, è importante ricordare, rientrano anche il teatro e la prosa italiana. Persuasa di questo, l’Amministrazione comunale intende avviare, tramite le istituzioni scolastiche, progetti estesi anche ad altre fasce di età, per infondere e diffondere la cultura del teatro come momento di crescita, di conoscenza, di aggregazione, di rispetto e di educazione interculturale. Ringrazio sentitamente i dirigenti scolastici e gli insegnanti che hanno collaborato e contribuito a questo importante risultato, tutti i ragazzi che hanno aderito e le loro famiglie, dimostrando sensibilità e attenzione permettendo che molti giovani studenti della nostra Città possano godere di un’ offerta culturale di prestigio e di indubbia qualità".
25/10/2017 ore 13:59
Torna su