Sabato 16/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il punto nascite chiude davvero, cittadini e forze politiche si scagliano contro De Rebotti
Il punto nascite dell'ospedale di Narni chiuderà per davvero. E la gente se la prende con il sindaco De Rebotti, accusato di non aver saputo difendere l'importante reparto. Le rassicurazioni date più volte dal primo cittadino narnese, circa il mantenimento di questa struttura, vanno dunque a farsi benedire. Commenti al veleno sui social contro De Rebotti si sprecano, e l'opposizione non sta certo a guardare. Contro De Rebotti si scagliano sia Forza Italia che il Movimento 5 Stelle. “Glielo avranno detto al sindaco che è in vacanza – commenta con ironia Sergio Bruschini -, che la Asl ha ufficializzato la chiusura del nostro punto nascite? Come stonano le dichiarazioni fatte in passato dal nostro sindaco quando tendeva a rassicurare tutti sul fatto che il punto nascite non si sarebbe toccato!”. Attacchi al sindaco arrivano anche dal Movimento 5 Stelle. “Che questo reparto fosse destinato a chiudere – dicono da M5S in un comunicato – lo si era capito da tempo, in particolare da quando, attraverso l’accordo Stato-Regioni del 2010, furono definiti i paletti entro i quali un punto nascita può sopravvivere. Quel che non si riesce a capire ed accettare però, sono le continue e copiose prese in giro, ai danni dei narnesi da parte di una politica locale e regionale, sempre a guida Pd, incapace di dire come stavano realmente le cose anche durante la recente campagna elettorale, come se prendere in giro la gente potesse preservare un bacino elettorale sempre più assottigliato. Non ci si spiega perché, a fronte di una delibera del direttore generale dell’Asl 2, Dott. Fratini, del 18/07/2014 in cui si adottava un protocollo operativo per la chiusura del ‘percorso nascita’ di Narni potessero essere rilasciate affermazioni rassicuranti in senso contrario. Lo stesso sindaco De Rebotti, in una conferenza del gennaio 2015, tenuta insieme allo stesso Fratini, dichiarava che ‘Siccome il punto nascita di Narni chiuderà quando termineranno il nuovo ospedale di Cammartana, siamo allora tranquilli’. Essendo la realizzazione del nuovo ospedale ancora in alto mare e la chiusura del punto nascita alle porte, lo ‘stiamo tranquilli’ di De Rebotti suona come una presa in giro nei confronti dei narnesi. A rincarar la dose giunse poi una dichiarazione della Presidente della Regione, Catuisca Marini che, in un’intervista del febbraio 2015, affermò che ‘il punto nascite non corre alcun rischio’. Come dobbiamo interpretare – si chiedono dal M5S – questo modo di fare politica e di amministrare un territorio? Abbiamo l’ennesima conferma che Narni è amministrata da persone che mentono sapendo di mentire solo per avere dei benefici elettorali, o da persone che non hanno la minima idea di quel che sta succedendogli intorno, mostrando anche una certa debolezza politica che li porta ad essere poco considerati dal loro stesso partito”.
6/7/2015 ore 9:15
Torna su