Domenica 19/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Pd "scarica" il Psi, pesanti dichiarazioni del segretario del partito riguardo allo sciopero della fame di Mercuri
Non sembra tirare una bella aria all'interno della coalizione di maggioranza. La sortita fatta qualche giorno fa dal segretario del Partito Democratico narnese, intervenuto a riguardo del recente sciopero della fame fatto dal vicesindaco Marco Mercuri, fa capire in modo chiaro che i rapporti tra i due partiti sono tutt'altro che idilliaci. Il segretario 'rimprovera' senza mezzi termini Mercuri definendo la sua iniziativa una "manifestazione estemporanea". Dichiarazioni pesanti, fatte da uno dei massimi esponenti del partito più votato di Narni e non da uno dell'opposizione. "Si è fatto molto rumore - dice il segreatrio del Pd narnese -, intorno alla vicenda dell'ospedale. Troppo, considerato che la sanità è un tema così importante e complesso i cui problemi non si affrontano di certo sull'onda dell'emozione o del clamore prodotto da manifestazioni estemporanee. Riteniamo - dice ancora il segretario del Pd -, che il dibattito ascoltato in questi giorni presentasse un grave limite di fondo nell'aver sottaciuto il primo degli obiettivi del nostro territorio nell'ambito della politica sanitaria vale a dire la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale. Quello è e deve restare l'obiettivo su cui concentrare l'attenzione e gli sforzi di tutti, altrimenti parlare del potenziamento dell'attuale nosocomio potrebbe risultare rassicurante sul breve periodo ma assai pericoloso sul medio lungo. Il presente dell'ospedale di via dei Cappuccini deve essere sempre collegato con filo diretto al nuovo ospedale, e è su questa interazione, programmazione che si misurano la bontà e l'efficacia delle azioni realizzate e di quelle annunciate da Regione e Asl". Insomma, se abbiamo capito bene, secondo il segretario del Pd di Narni, Mercuri ha sbagliato a mettere in piedi tutto quel 'baccano', perchè non serviva 'disturbare Regione e Asl su questioni che riguardano il vecchio ospedale (l'unico che abbiamo ancora a Narni ndr), in quanto si rischia di distogliere la loro attenzione su quello che deve essere l'obiettivo primario, ovvero la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale. Al Pd di Narni, evidentemente, non interessano i "risultati" prodotti dalla eclatante iniziativa intrapresa da Mercuri, che si sono tradotti nella promessa di un incontro fissato dai vertici di Regione e Asl con gli amministratori narnesi, il prossimo 21 ottobre a Perugia. In quella sede, è stato annunciato, si parlerà dell'attuale ospedale di Narni (quello "vecchio") e del suo 'potenziamento'. Se l'incontro del 21 ottobre produrrà dei risultati concreti quale atteggiamento assumerà il Pd narnese? Senza lo sciopero della fame di Mercuri, questo incontro avrebbe avuto luogo? Ma c'è un altro interrogativo che si stanno ponendo i cittadini di Narni. Ed è il seguente: il sindaco, che è un esponente del Partito Democrativo, ha palesemente appoggiato l'iniziativa di Mercuri; lo è andato a trovare tutti i giorni e lo ha sostenuto nella sua battaglia. Come può, oggi, il segretario dello stesso partito ragionare in termini diversi, criticando l'iniziativa di Mercuri e quindi andando contro De Rebotti? Mistero. L'appuntamento del 21 ottobre, riuscirà a chiarire in qualche modo queste incongruenze? Non lo sappiamo. A pochi mesi dalle elezioni, queste frizioni con il Partito Socialista non sembrano essere un buon viatico per cercare di consolidare quell'alleanza che andava avanti da tanti anni.
17/10/2016 ore 2:53
Torna su