Lunedý 26/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il mercato coperto non decolla, in pochi lo frequentano, gli affari sono magri, protestano i commercianti
Lamentele. Per un'iniziativa che sembrava fosse destinata a ben altri successi. Parliamo del nuovo mercato coperto di Narni. Quello sotto agli Scolopi, la cui inaugurazione c'Ŕ stata giusto tre mesi fa. Il comune puntava molto sulla nuova "casa" del mercato coperto per rilanciare una struttura che nel centro storico vanta una tradizione secolare, ma dal giorno in cui i pochi commercianti rimasti si sono trasferiti nel nuovo locale, il bilancio sembra essere molto negativo. Gli esercenti con il banco fisso (appena due, contando anche il pescivendolo che viene il martedi ed il venerdi) si lamentano di fare magri affari. Gli fanno eco gli ambulanti, che a turno montano i loro banchi di ortaggi. Tutti sono concordi nel dire che ci sono delle mattinate nelle quali i clienti che varcano la soglia del mercato sono pochissimi e gli incassi non bastano nemmeno a coprire le spese. Insomma, le cose non vanno affatto bene, e per richiamare l'attenzione dell'assessorato al commercio, ieri mattina i commercianti del mercato coperto hanno inscenato una protesta, rimanendo con i banchi chiusi. All'assessorato al Commercio confermano che a breve Ŕ previsto un incontro con gli esercenti per fare il punto della situazione. A far calare le vendite e quindi l'interesse da parte della gente nei confronti del mercato coperto, sarebbe la "scomoditÓ" dei nuovi locali. "Prima si entrava direttamente da piazza dei Priori - rivelano alcuni cittadini -, ora bisogna andare in via dei Nobili, fare un piccolo tratto in discesa che di questi tempi diventa pericoloso a causa del gelo, e poi bisogna scendere a piedi lungo le scalette, anche queste 'scivolose' o andare con l'ascensore" fino a via San Giuseppe. E sarebbe proprio l'ascensore a tenere lontano i clienti pi¨ anziani, poco avvezzi ad utilizzare questi "marchingegni". Fatto sta che, da quando il mercato Ŕ stato trasferito nella bella e moderna sede, le vendite non sono mai decollate. Da qui la preoccupazione dei commercianti e le relative proteste.
(Nella foto le scalette che da via dei Nobili portano fino a una delle porte di ingresso del nuovo mercato coperto di via San Giuseppe. Per le persone pi¨ anziane sarebbe questo un percorso "pericoloso").
26/1/2016 ore 3:42
Torna su