Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Consiglio Comunale ha approvato le variazioni di bilancio, ma senza i voti della minoranza che critica le scelte della Giunta
Ancora scontri e baruffe in consiglio comunale. Ma stavolta almeno il consesso si è potuto svolgere grazie alla presenza del numero legale consentito dalla diligente partecipazione dei consiglieri di maggioranza che hanno assiepato quasi per intero i loro banchi. Ma i "litigi" hanno preso lo spunto dal solito ritardo con il quale il presidente dell'assise narnese ha dato inizio ai lavori: un'ora dopo l'orario di convocazione del Consiglio, ovvero all'ultimo minuto del tempo di attesa previsto dal regolamento. Un fatto questo che ha fatto ancora una volta indignare i consiglieri della opposizione: "sin da piccoli i nostri genitori ci hanno insegnato a rispettare gli orari – ha esordito con tono garbato Mario Persio (Uniti per Narni) – perché questo significa avere rispetto degli altri. Credo sia opportuno, d'ora innanzi, arrivare tutti in tempo per l'inizio dei lavori". Poi è arrivato il momento di votare le variazioni di bilancio che erano "sfuggite" alla seduta precedente, quella in cui l'uscita dall'aula da parte dei consiglieri di minoranza aveva fatto mancare il numero legale ed aveva quindi determinato la fine prematura del consiglio stesso. L'assessore al Bilancio Andrea Silipo ha illustrato le variazioni giustificandole con "la necessità di trovare delle risorse aggiuntive" e paragonandole "ad un modesto 2% di quello che è il bilancio complessivo del Comune". "Servono soldi per la messa a norma dello stadio 'San Girolamo' – ha detto l'assessore – e quindi siamo stati costretti a 'spostare' 99.000 euro dagli interventi che sono previsti per la riqualificazione di piazza XIII Giugno". L'altra variazione, già nota, riguarda l'interruzione della convenzione con l'Atc per la gestione del parcheggio del Suffragio, ed il conseguente affidamento del servizio alla cooperativa Gea. In un lunghissimo intervento il consigliere Bruschini (FI) ha "rinfacciato" all'assessore Silipo il fatto di "non aver minimamente messo al corrente il Consiglio, riguardo alla decisione di interrompere il rapporto con l'Atc per affidare il servizio alla Gea. Tanto più – ha sottolineato Bruschini – che il rapporto tra gea e Comune scadrà il prossimo dicembre, mentre la convenzione è stata stipulata fino al termine del 2008". Alla fine le variazioni di bilancio sono passate con i 12 voti della maggioranza.



27/7/2007 ore 6:59
Torna su