Domenica 20/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il comune rassicura tutti circa la stabilità del ponte carrabile dove transitano ogni giorno centinaia di mezzi
Il ponte carrabile, quello situato a fianco di quel che resta dell'antico Ponte di Augusto, gode buona salute? A chiederselo sono alcuni lettori di Narnionline che hanno girato a noi la domanda. "Non vogliamo essere allarmisti - ci hanno detto -, ma guardando da sotto quel ponte, qualche dubbio ti viene. Intanto c'è un'enorme quantità di vegetazione che, da tempo immemorabile, si è 'attaccata' alla volta del ponte e questo non ci sembra un fatto positivo. Qualsiasi pianta, a lungo andare, potrebbe, con le proprie radici, penetrare in qualche pur piccola fessura della struttura e fare dei danni. Ma, soprattutto, ci chiediamo se dopo le forti scosse di terremoto che ci sono state, da agosto dello scorso anno ad oggi, il ponte è stato controllato attentamente dai tecnici e se questi lo hanno ritenuto perfettamente agibile". La domanda l'abbiamo girata agli uffici comunali. "Il ponte è sicuro, quindi i cittadini stiano tranquilli - spiegano dagli uffici tecnici del comune -. I controlli e le verifiche riguardanti la sua stabilità non spettano a noi, ma all'amministrazione provinciale, che, per quanto ne sappiamo, dopo le scosse ha provveduto a far controllare la struttura". Insomma tutto è a posto e dunque non c'è motivo di preoccuparsi. Certo, fare della manutenzione a quel ponte che sta lì da tantissimi anni, non sarebbe male. Intanto l'edera e le altre piante che lo avvolgono andrebbe rimossa per vedere meglio se sotto la vegetazione è tutto a posto. Poi andrebbero controllati quanto prima i due muri posti a lato della carreggiata del ponte. Passando si notano, infatti, numerose lastre di travertino che si sono "sollevate" dalla base di appoggio e questo potrebbe determinarne dei distacchi, anche parziali, che rischierebbero di far precipitare nella sottostante strada di Funaria dei pezzi di pietra. Il ponte è in cemento armato e venne ricostruito dopo la seconda guerra mondiale, quindi questa struttura sta lì da una settantina di anni. Tanti. E considerando gli agenti atmosferici ed i numerosi terremoti che si sono registrati in tutto questo tempo, un'occhiata più approfondita alla struttura sarebbe, forse, il caso di dargliela.
9/2/2017 ore 2:56
Torna su