Mercoledì 26/04/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 17:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: grande interesse degli imprenditori per i milioni messi a disposizione a fronte del piano "Industria 4.0"
Di soldi sul piatto ce ne sono parecchi. Si parla di un bel pacco di milioni di euro, che sono a disposizione delle piccole e medie imprese della provincia di Terni. Una bella ‘torta’, intorno alla quale saranno in tanti gli imprenditori che cercheranno di ritagliarsene una fetta. Della questione se ne è parlato qualche giorno fa a Narni, presso la sala consigliare. Una sala insolitamente gremita, perché quando c’è da sapere come si può fare per accedere ad eventuali finanziamenti è giusto e normale che siano tanti i soggetti interessati. Di cose ne sono state dette tante. Ognuno per la parte di propria competenza. Al tavolo “dirigenziale” c’erano il sindaco Francesco De Rebotti, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, il vicepresidente della Regione Umbria Fabio Paparelli, il dirigente Luigi Rossetti ed il narnese Mauro Agostini, nelle vesti di presidente di Sviluppumbria. Gli imprenditori presenti hanno ascoltato con attenzione le cose che sono state dette. Alla fine dell’incontro molti dubbi sono rimasti, segno che per comprendere bene come, quando e cosa è necessario fare per poter accedere ai fondi messi a disposizione delle aziende in cerca di rilancio, in questa fase in cui anche quella narnese è stata dichiarata ‘area di crisi complessa’, ci vorrà ancora tempo. Gli imprenditori narnesi presenti hanno chiesto di avere certezze e di fare in modo che per ottenere i finanziamenti dei quali si stava parlando, si trovino dei percorsi semplici, scevri il più possibile da legacci burocratici. Da parte loro i rappresentanti istituzionali hanno preso impegni in tal senso ed hanno annunciato successivi incontri attraverso i quali verranno spiegate ancora più dettagliatamente le procedure da seguire per arrivare ad ottenere i finanziamenti. Secondo le previsioni i tempi non dovrebbero essere particolarmente lunghi. La stipula dell’accordo di programma sarebbe prevista per la fine di settembre di quest’anno, con gli avvisi pubblici che dovrebbero essere molto più snelli rispetto al passato. Insomma, se tutto filasse liscio, l’impresa potrebbe accedere all’eventuale finanziamento, nel giro di pochissimi mesi. Nel frattempo, però, sarebbe opportuno ripetere degli incontri con le imprese interessate per dare a quest’ultime la possibilità di guadagnare tempo sull’istruzione della pratica e per far comprendere meglio agli imprenditori, attraverso un linguaggio semplice ed efficace, cosa c’è da fare e quali sono i documenti da produrre. Creare false illusioni non servirebbe a niente ed a nessuno. Quindi, tanto vale che, se ad oggi ci sono degli imprenditori che non possiedono i requisiti per fare la domanda, questi vadano informati per tempo.
7/2/2017 ore 3:45
Torna su