Domenica 20/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: gli Sbandieratori raccolgono fondi per i terremotati di Amatrice
Un altro bel gesto di solidarietà fatto da nostri concittadini. A beneficiarne le popolazioni terremotate della zona di Amatrice. Un anno di eventi del 'Tempo delle Bandiere', si è concluso nei giorni scorsi con una ‘festa’ che si è svolta alla Rocca Albornoz di Narni. Qui ha avuto luogo la consegna dell'assegno che gli Sbandieratori di Narni hanno consegnato all'associazione 'Free Children' fondata da Enrico Neroni di Amatrice. “Abbiamo deciso di devolvere – afferma Alessio Rubini, uno dei responsabili degli Sbandieratori -, quello che abbiamo prodotto dagli eventi organizzati per i nostri amici scomparsi e conclusi a dicembre 2016. Destinatarie non potevano che essere le popolazioni terremotate di Amatrice, in virtù del legame che era nato prima della tragedia. Con loro, infatti, ci conoscevamo da ottobre del 2015, quando andammo nella loro cittadina per un'esibizione. Nell'occasione ci venne riservata un’accoglienza straordinaria. Quando è avvenuta la tragedia, lo scorso 24 agosto, abbiamo dunque provato un dispiacere ancora più profondo. Oggi siamo felici di aver contribuito ad aiutare questa importante associazione”. Gli sbandieratori hanno raccolto una cifra di tutto rispetto: 1.570 euro già inviati all'associazione Free Children e che verranno utilizzati in iniziative ben precise. “Il 18 febbraio prossimo – ha spiegato Enrico Neroni -, consegneremo un modulo abitativo ad una famiglia abruzzese composta da moglie e marito e due bambini. Successivamente consegneremo una roulotte ad una famiglia di Ascoli Piceno che aveva una casa ad Amatrice e veniva in vacanza. L'idea è quello di consentirgli di tornare quando vorranno, specie per il figlio della coppia che ha qualche problema e che era molto legato al territorio. Poi stiamo lavorando alla casa comune di Capricchia dove vivranno delle persone che non vogliono abbandonare il territorio. Porteremo, inoltre, aiuti di vario tipo, come mobili e suppellettili per le case e anche strumenti, per permettere ad alcune aziende agricole di riprendere a produrre”. Un pensiero a Narni e uno all'Italia: “E' la seconda volta che torniamo a Narni – ha detto Neroni -, una città che sta facendo tanto per noi e che ci fa stare bene. Siamo ormai molto legati con gli Sbandieratori che torneranno presto da noi. Speriamo che l'attenzione riguardo alla nostra situazione non si spenga. Il nostro Sindaco e noi continuiamo a lottare ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti, dunque grazie a Narni ed all’amore che ci state riservando”.
(Nella foto da sinistra il sindaco Francesco De Rebotti, il presidente dell'associazione 'Free Children', Enrico Neroni, di Amatrice e Alessio Rubini)
8/2/2017 ore 3:45
Torna su