Lunedì 24/09/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Forza Italia sulla frana del Suffragio: "l'amministrazione comunale è in colpevole ritardo"
L'opposizione interviene sulla questione riguardante la frana del Suffragio. "Intanto - osserva il capogruppo di Forza Italia Sergio Bruschini -, cominciamo con il chiederci quali siano state la cause che hanno determinato frana. Un altro dubbio riguarda il perchè non fu previsto il consolidamento dell'intero costone, quando vennero fatti gli imponenti lavori al Suffragio. Quella parete, dalla quale si è staccata la frana, probabilmente, presentava dei problemi di stabilità e chissà che non siano stati proprio i lavori fatti per realizzare il parcheggio a rendere ancor più precaria la stabilità del muro. uni cittadini sostengono poi - continua Bruschini -, che durante gli ultimi eventi sismici fu presentata una denuncia all'amministrazione comunale per segnalare che dal muro si erano staccate alcune pietre. Una evidente situazione di criticità venne dunque denunciata ancor prima del crollo avvenuto lo scorso mese di marzo. Mi domando se quando queste pietre si sono staccate dalla parete siano stati fatti, o meno, dei controlli. In caso affermativo, come mai non si pensò di inserire in urgenza la manutenzione ed il consolidamento del muro?". Bruschini afferma poi che "Non possiamo non rilevare l'assurda modalità di intervento a frana avvenuta. Lo smottamento interessa zone adiacenti un palazzo abitato da diversi residenti e al tempo stesso, le strutture di risalita del Suffragio. Dopo il crollo gli unici interventi eseguiti sono stati la transennatura e l'apposizione di alcuni teli. Ora gli amministratori vengono a parlarci, a distanza di sette mesi, di messa in sicurezza. Perché non si è intervenuti subito? Intanto il contesto per le continue infiltrazioni di acqua si è ulteriormente aggravato, mettendo ancora più a rischio le strutture adiacenti. Ha senso spendere 40aila euro dopo sette mesi per un intervento di messa in sicurezza, sapendo che urge invece sistemare definitivamente la frana? Quale logica porta a spendere per due interventi quando invece si dovrebbero realizzare da subito le opere definitive di consolidamento? Credo sia urgente ed economicamente sensato, intervenire con ripristino del muro e le relative opere definitive di consolidamento. Sulla sicurezza non si puo dormire, cone sta faceno questa amministrazione".
13/9/2018 ore 5:00
Torna su