Venerdì 19/01/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Fiorini (Lega Nord), accusa il Comune: "Non ci sono stati forniti alcuni documenti richiesti sulla questione dei progetti Sprar"
Un paio di mesi fa aveva chiesto al Comune di Narni quali risultati avessero prodotto i progetti 'Sprar', il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Ma quella richiesta sarebbe stata 'evasa' solo in parte. Per questa ragione Emanuele Fiorini, consigliere regionale della Lega Nord, torna all'attacco. "Il Comune di Narni - dice l'esponente del Carroccio in un comunicato -, non ci ha fornito tutti i documenti che avevamo sollecitato come se ci fosse la volontà di nascondere la verità. Per tale motivo abbiamo inoltrato un’ulteriore richiesta di accesso agli atti per fare maggiormente luce sui progetti Sprar, ovvero i servizi di protezione per i richiedenti asilo". "Attraverso una precedente istanza - ricorda Fiorini -, chiedevamo di avere visione di alcuni documenti relativi ai progetti di accoglienza migranti elaborati per la 'Zona sociale 11', comprendente i territori di Narni comune capofila, Amelia, Attigliano, Guardea e Lugnano in Teverina. Il nostro obiettivo è quello di fare chiarezza in merito alla gestione e agli esiti dei progetti Sprar. Tuttavia, i documenti che ci sono stati fatti pervenire non sono completi. Manca qualsiasi informazione riguardo la tipologia di lavoro svolto dai dipendenti coinvolti nel progetto, i verbali redatti dagli stessi e gli ordini di servizio. Per tale motivo – prosegue Fiorini - abbiamo presentato una nuova richiesta di accesso agli atti, ad integrazione della prima, dove richiediamo di avere visione dell’elenco delle mansioni assegnate alle varie figure previste per l’esecuzione del progetto". Fiorini elenca i nomi degli operatori sociali, dell'interprete e mediatore culturale, delle assistenti sociali, dello psicologo e delle altre figure professionali. "Abbiamo richiesto, inoltre, - aggiunge -, copia del registro presenze dei dipendenti con relative date e orari, dei rapporti lavorativi intercorsi tra questi soggetti e il Comune di Narni, dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2016 e delle annualità di riferimento dei mansionari".
11/12/2017 ore 1:35
Torna su